L’Aquila. Il Progetto Studenti in Cantiere riparte per il terzo anno consecutivo, implementa le borse di studio e moltiplica le iniziative correlate


Le imprese di ANCE L’Aquila hanno incontrato gli studenti loro assegnati per sottoscrivere formalmente l’accordo di collaborazione per il periodo estivo. All’incontro nella sede di ANCE L’Aquila, erano presenti con il Presidente Adolfo Cicchetti, gli aspiranti ingegneri e architetti, le imprese partecipanti, il responsabile del Progetto per l’Università, Prof. Pierluigi De Berardinis ed il Presidente del Comitato Giovani ANCE L’Aquila Giordano Lino Equizi che porta avanti l’iniziativa nata tre anni fa.

Il progetto è sostenuto da un fondo messo a disposizione da Ance L’Aquila, ed è rivolto agli studenti del dipartimento D.I.C.E.A.A. di L’Aquila (Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile,  Architettura ed Ambiente). Tramite il fondo, che è stato implementato negli anni, si riesce ad assicurare l’assegnazione di borse di studio, 15 per questa edizione, per finanziare dei tirocini retribuiti nei cantieri della ricostruzione.

Un’esperienza molto qualificante per gli studenti, in una città cantiere dove si sperimentano sistemi antisismici nei campi combinati di adeguamento energetico  e di recupero architettonico su edifici di pregio storico che costituisce una occasione esclusiva di formazione rispetto a tutti gli altri atenei del mondo.

I quindici studenti vincitori del bando pubblicato a giugno, sono stati “adottati” da 12 imprese che si sono proposte per un periodo di collaborazione pratica nei cantieri.

Gli studenti si occuperanno di singoli studi sulle nuove tecnologie e produrranno un progetto alla fine del tirocinio che concorrerà ad una premiazione finale tra tutti gli elaborati.

I cantieri hanno tutti peculiarità rilevanti  negli ambiti delle innovazioni tecnologiche, il restauro conservativo, la demolizione e ricostruzione, le murature, i rinforzi eccetera.

Il professor De Berardinis ha posto l’accento sull’importanza per l’università di collegarsi al territorio e di spostare la didattica nei luoghi di effettiva sperimentazione, affiancati da un tutor che verifichi e finalizzi l’effettiva produttività del tirocinio in cantiere, con revisioni settimanali.

Il Presidente Giovani Giordano Lino Equizi ha rimarcato come questa iniziativa ponga ANCE L’Aquila al primo posto tra le altre territoriali d’Italia rappresentando un fiore all’occhiello fra le attività dell’Associazione in favore della crescita del territorio.

“Abbiamo richieste da altre ANCE sulle modalità per replicare il progetto altrove, è il primo esempio di collaborazione tra università e imprese edili e possiamo dire che i frutti già si colgono, non solo perché le domande crescono di anno in anno e alcuni ragazzi sono stati già assunti a seguito del tirocinio, ma perché contribuisce a costruire ponti tra la città, il mondo produttivo e quello accademico. Una strategia da tutti riconosciuta come essenziale per lo sviluppo del territorio”.

Altri sono i progetti in corso che verranno sviluppati in autunno, come l’istituzione di borse di studio per tesi di laurea che promuovano gli aspetti più rilevanti emersi dalla ricostruzione 2009 e il rifinanziamento delle borse di studio per neo-immatricolati del DICEAA.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24