Le migliori mete turistiche per gli amanti del bingo


Viaggiare è forse una delle attività più gettonate oggi giorno. Con la rivoluzione del turismo, molti possono permettersi un biglietto aereo a basso costo verso le destinazioni più disparate, sebbene i tempi di pernottamento siano effettivamente più brevi rispetto a quelli registrati cinquanta o anche sessanta anni fa, quando il turismo stagionale andava per la maggiore, soprattutto tra le famiglie del Bel Paese. Il turismo ha varie diramazioni, esiste il turismo culturale, religioso, sanitario, ambientale, gastronomico e molto altro; svolge varie funzioni, principalmente quella di soddisfare la necessità di uscire dalla quotidianità, e perché no, di cibare una mente curiosa.

Il gioco è un altro tema popolare nel turismo. Abbiamo sempre un motivo per spingerci verso una data meta turistica, in questo caso l’interesse per una città come Las Vegas può derivare dalla passione per i casinò.

Firenze.

Ai giocatori di Bingo digitale, consigliamo vivamente Firenze.

Avreste mai pensato che Firenze sia legata al gioco? Firenze è nota per il suo patrimonio artistico più importante al mondo, patria di Dante, crocevia di grandi scultori finanziati dalla potente famiglia dei Medici, culla di splendori dell’umanesimo, dove le innovazioni in campo architettonico e urbanistico si manifestano nella cupola del Brunelleschi, la prima costruita senza ponteggi, autentica sfida tecnica.

La prospettiva, la ricerca del bello, hanno campo fertile a Firenze, dove sorge il Davide di Michelangelo in tutta la sua maestosità pietrificante, che osserva la città dall’alto del piazzale, con il suo sguardo eterno. Sarà forse per questo che è perennemente piena di turisti, non vi è strada del suo centro storico a non essere percorsa da persone di tutto il mondo. Firenze però è anche la città del bingo. Infatti, il ‘’giuoco del Lotto d’Italia’’ nasce proprio lì, agli albori del rinascimento. Questa prima versione del bingo tutta fiorentina, non è dissimile da quella che poi si è evoluta in Francia e in Germania nel ventesimo secolo, volata oltreoceano a Pittsburgh nei primi anni del Novecento, dove è stato stabilito il nuovo regolamento del gioco, cosa che rende Pittsburgh un’altra valida meta per gli amanti del bingo.

Venezia.

Un altro caposaldo del turismo mondiale, Venezia è una tappa obbligatoria per un turista in Italia. Una città d’ispirazione per molte altre, che cercano di emularla, senza però riuscire a ricreare il fascino unico dell’originale. La città dei canali e dei gondolieri vede nascere il casinò più antico del mondo, datato 1638. La versione più moderna del casinò di Venezia è possibile visitarla sul canal grande. L’Italia, oltre al turismo culturale, balneare e gastronomico, offre molto anche agli appassionati di gioco, se pensiamo che anche il Baccarat nasce qui, per poi migrare in Francia.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24