L’esordio -nella cattedrale di Avezzano- del coro parrocchiale “Madonna delle Grazie” di Cerchio tra liturgia ed emozioni


Avezzano. Si è tenuta mercoledì sera (12 aprile) in occasione della solenne liturgia della settimana Santa, nella Cattedrale di Avezzano,la Messa del Crisma. In questa precisa occasione si manifesta l’unità della chiesa diocesana, si rinnovano le promesse sacerdotali e l’impegno di servire il popolo di Dio. Il Vescovo, circondato da tutti i sacerdoti della diocesi, benedice i tre oli: del crisma, dei catecumeni e dei malati. Questi verranno adoperati, dunque, durante l’anno, nelle consacrazioni e nei diversi sacramenti amministrati in ogni parrocchia. È nella solennità di questo contesto che, per la prima volta, il coro parrocchiale “Madonna delle Grazie” di Cerchio ha potuto rappresentare la propria musica.

“Abbiamo accolto con grande entusiasmo -racconta Bianca D’Amore, direttore del coro- l’idea di portare il nostro coro per la prima volta alla Messa Crismale della Diocesi dei Marsi. Ci piace pensare -spiega- che questo invito sia giunto anche come un riconoscimento al grande impegno che da anni dedichiamo al servizio liturgico del canto e della musica sacra, nel nostro paese e dovunque veniamo invitati. Negli ultimi anni -continua-, oltre ai brani classici della liturgia, infatti, abbiamo ampliato il nostro repertorio con brani sacri e gospel inserendo autori quali Mozart, Haendel e Palestrina, solo per citarne alcuni. Naturalmente -conclude- il nostro coro vuole essere un gruppo aperto a chiunque abbia la passione per il canto e la volontà di dedicare un po’ del suo tempo alle nostre attività.”

“Faccio parte del Coro parrocchiale di Cerchio da tanti anni, -ci racconta Massimo Continenza, responsabile del coro- durante i quali abbiamo avuto la possibilità di animare tante celebrazioni e concerti sia nel nostro paese che in molte località abruzzesi e, a volte, anche di fuori regione. Ma mai, finora, -dice- avevamo avuto la possibilità di svolgere il nostro servizio liturgico nella Cattedrale dei Marsi figuriamoci, poi, in quella che è la celebrazione più significativa dell’anno per ogni diocesi. Ci siamo esibiti -continua- alla presenza del Vescovo, di tutti i sacerdoti e diaconi della Marsica, delle confraternite, delle associazioni e dei gruppi laicali. Siamo molto grati -conclude, infine- a chi ci ha dato questa possibilità. In particolare al nostro Parroco, Padre Emmanuel Essiet, e al Vescovo dei Marsi, Mons. Pietro Santoro, per questo grande dono. Abbiamo profuso tutto il nostro impegno per la migliore riuscita di questa iniziativa e siamo stati ripagati dall’affetto e dall’apprezzamento di tanti che erano presenti alla solenne celebrazione.”
Nella liturgia della settimana Santa, quella più profonda, quella che permette al fedele di entrare a contatto con la spiritualità del Cristianesimo, il coro parrocchiale “Madonna delle Grazie” di Cerchio, di sicuro, svolge un ruolo determinante. Il coinvolgimento della “Musica Sacra”, infatti, rappresenta il modo più vivo di entrare nella profondità dell’animo umano. La manifestazione più chiara del connubio tra arte e spiritualità. Non ci resta che dire, ad maiora.
Alex Amiconi

 

Direttore: Bianca D’Amore – Organo: Lucio Santellocco – Percussioni: Federico Franciullo
Soprani: Anastasia Ciaralli, Nicoletta Ciotti, Fulvia Cipriani, Gianna D’Alto, Carmela D’Amore, Antonietta Massaro, Aurora Meogrossi, Rita Modugno, Tiziana Tomassini, Marisa Tucceri. Contralti: Giovanna Antidormi, Federica Curitti, Luisa D’Amore, Lisa Fegatilli,Nadia Iezzi, Teresa Lucci, Giovanna Maccallini, Adriana Macerola, Erica Mazzulli, Angela Tomassetti. Uomini: Luciano Ciaralli, Massimo Continenza, Alberico D’Amore, Federico Franciullo, Enzo Di Mattia, Cesidio Meogrossi.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24