LINDA TUCCERI CIMINI, ORGOGLIO CERCHIESE


LINDA TUCCERI CIMINI, ORGOGLIO CERCHIESE

Sabato 20, Cerchio. Mentre il sole di mezzogiorno inonda la piazza, nella Sala Consigliare del Comune, alla presenza di oltre 70 persone, alla calciatrice Linda Tucceri Cimini viene conferito l’attestato di benemerenza “perché si è distinta nell’ambito sportivo portando il proprio nome anche tra i convocati della Nazionale Italiana di Calcio Femminile nel recente Campionato del Mondo” in Francia.

In un’atmosfera quasi familiare, tra sorrisi orgogliosi e applausi carichi di entusiasmo, la giovane calciatrice sedeva tra i suoi genitori e il sindaco Gianfranco Tedeschi che ha aperto l’incontro consegnandole il prestigioso riconoscimento, un omaggio floreale e una copia della nostra Costituzione che contempla l’importanza dello Sport nell’educazione dei giovani.

Linda è entrata nel mondo del Calcio grazie alla fiducia e alla determinazione di Giuseppe “Pinuccio” Tofani, il cui ricordo è stato fortemente presente durante la cerimonia, a partire dalle parole del dott. Iannuzzi, delegato del presidente regionale della FIGC, Daniele Ortolano. Iannuzzi, che ha sottolineato l’importanza di ogni ruolo in campo, “non solo del numero 10”, ed ha parlato della Tucceri Cimini come una figura importante nel messaggio che da anni la FIGC regionale si impegna a portare avanti: il Calcio non ha sesso, né razza, non conosce discriminazioni.

E proprio questo impegno era al centro del discorso dell’assessore allo Sport del Comune di Celano, nonché responsabile regionale della Federazione “Hockey”, Barbara Marianetti, che ha presentato Linda come “il prossimo futuro del Calcio femminile marsicano”. Così come dichiarato dal parroco Padre Emmanuel, la nostra compaesana è un esempio per tutta la comunità di Cerchio: una ragazza talentuosa, umile, grintosa, che con tanti sacrifici e determinazione è riuscita a realizzare il suo sogno alla massima potenza, rappresentando l’Italia di fronte a tutto il mondo, aprendo gli occhi dell’intero Paese davanti ad una magnifica realtà, “un calcio pulito e giocato da sole donne”, come ha detto la stessa Linda tra sorrisi e lacrime di commozione.

Presenti all’incontro anche Gianni D’Amore, neopresidente della società di calcio a 5 cerchiese, e l’assessore comunale di Collarmele, Sara D’Agostino.

Non ci resta dunque che rinnovare i complimenti a Linda Tucceri Cimini e un “in bocca al lupo” per le prossime avventure ed esperienze nel mondo del Calcio in cui sicuramente continuerà ad accrescere l’orgoglio di Cerchio e dell’intera Italia!

Sara Paneccasio

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24