M5S: MCDONALD’S ENTRA NELLE SCUOLE CON LA RACCOLTA PUNTI E NE PREMIA DUE IN ABRUZZO


Il Movimento 5 Stelle sottopone un’interrogazione parlamentare alla Camera sulla discutibile campagna promossa da McDonald’s nelle scuole di tutta Italia.

Il progetto della multinazionale prevederebbe, a fronte di una campagna con raccolta punti, la premiazione delle scuole “più virtuose” con fondi da utilizzare per la didattica.

Fin qui nulla di strano, se non fosse che proprio il Miur, nelle linee guida sull’educazione alimentare a scuola del 31 ottobre 2015, chiede agli istituti di disincentivare la somministrazione di “cibo non sano” ma, al contempo, nulla dice sull’iniziativa che invece promuoverebbe proprio il consumo di “junk food” nelle mense scolastiche.

A riprova della confusione generale delle istituzioni sulla questione, la risposta del Sottosegretario Davide Faraone all’interrogazione pentastellata: il Ministero non sapeva nulla del progetto del colosso americano nelle scuole italiane.

Ma il Miur sembrerebbe spingersi oltre, prendendo le distanze dalla questione, secondo quanto affermato da Gianluca Vacca, parlamentare di M5S, che ha dichiarato: “       Non bastasse, nella risposta il Ministero afferma, senza battere ciglio, che le aziende possono organizzare e promuovere la propria offerta commerciale attraverso le loro autonome strategie di marketing. Al limite, starebbe alle singole scuole rifiutare le loro autonome offerte”.

In Abruzzo sono due le scuole primarie premiate: la Caldari di Ortona, che sembr aver raccolto quasi 22 mila punti di spesa a McDonald’s e la Mazzocco di Montesilvano, con 1300 punti.

“Questo è solo l’ultimo esemopio di un problema molto più vasto”, spiega Vacca concludendo: “Il Governo non investe i fondi necessari per l’istruzione, obbligando tra l’altro moltissimi genitori a mettere mano al portafogli con i contributi volontari, e così facendo manda la scuola pubblica alla deriva, dove diventa preda dei privati e degli sponsor”.

 

Claudia D’Orefice

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24