MARSICA, LA ASL ATTIVERÀ LA MENSA PER I DIPENDENTI


Partirà, a metà gennaio, il servizio mensa nelle strutture sanitarie della Marsica, destinato ai lavoratori dei presidi sanitari.

Lo annunciano Gianfranco Giorgi, responsabile Cisl Sanità della provincia di L’Aquila e Antonio Ginnetti, della segreteria regionale Uil Fpl.

Il provvedimento arriva a seguito di una lunga trattativa con l’Azienda Sanitaria e prevede la somministrazione dei pasti destinati agli impiegati direttamente in ufficio al costo di un euro, mentre al resto dell’organico sarà riservata una zona all’interno della struttura.

L’iniziativa, prossimamente estesa anche a Sulmona e Castel di Sangro, sarà supportata anche dal servizio navetta gratuito, che collegherà la mensa a tutti gli altri presidi sanitari della Marsica, come Pescina, Tagliacozzo, Celano, Carsoli, Valle Roveto e Carsoli.

La condizione preliminare per accedere al servizio alla tariffa di un euro è, stando al contratto collettivo nazionale di categoria, quella dell’effettiva presenza in servizio del lavoratore, mentre i dipendenti che non raggiungeranno il monte ore stabilito, potranno beneficiare dei pasti al costo di 5 euro, come spiegato da Giorigi e Ginnetti.

 

Claudia D’Orefice

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24