Mercati finanziari: cosa aspettarsi dall’inflazione nei prossimi mesi?


L’inflazione è ancora il tema dominante nel dibattito che tiene impegnati analisti finanziari e semplici investitori: difatti, preso atto che il fenomeno ormai strutturale rappresenta un bel problema per le economie occidentali, si cerca di ipotizzare la possibile evoluzione della sua dinamica per i prossimi mesi.

Si tratta ovviamente di un compito abbastanza arduo, come hanno certificato più volte in tempi recenti figure di spicco del panorama economico-finanziario statunitense: prima Janet Yellen, ex presiedente FED e attualmente Segretario al Tesoro, ha dichiarato di aver colpevolmente sottovalutato il problema durante l’ultimo scorcio dello scorso anno, e successivamente Jerome Powell ha messo in evidenza la criticità del momento durante il FOMC di Giugno.

L’attuale numero uno della FED ha dovuto incrementare il costo del denaro di 75 punti basi, contro i 50 annunciati nelle settimane precedenti, proprio per la velocità con cui si sta deteriorando il contesto macro.

La situazione In Europa è altrettanto complessa: non a caso anche la BCE ha dovuto rompere gli indugi e, a dispetto delle precarie condizioni degli equilibri geopolitici, ha annunciato nella figura del Presidente Lagarde la conclusione del quantitative easing e il primo rialzo dei tassi della Banca Centrale.

Come c’era da aspettarsi, la reazione dei mercati finanziari è stata decisamente scomposta, soprattutto in virtù di una mancata comunicazione in merito ad eventuali contromisure, da implementare in caso di allargamento degli spread. Difatti, a pochi giorni di distanza dal meeting si è reso necessario un ulteriore incontro per definire le linee guida di un piano, per scudare i debiti dei paesi periferici.

L’inflazione, oltre a rappresentare un problema per l’economia, impatta negativamente sui prezzi delle asset class in quanto le stesse contromisure, atte ad arginarla, contribuiscono ad indebolire il sistema.

Inflazione: costruire un’asset allocation in condizioni di alta volatilità

Come sottolineato anche dal team di esperti di investitore strategico, servizio di consulenza finanziaria indipendente, un’inflazione troppo elevata erode il potere di acquisto di un capitale che non viene adeguatamente remunerato.

In casi simili, protratti nel tempo, una perdita di valore in termini reali può comportare un danno comparabile a quello generato da una contrazione del valore nominale di un investimento.

Di conseguenza, allocare le risorse per periodi oltremodo estesi, senza che il quadro macroeconomico si stabilizzi, potrebbe risultare controproducente.

Una strategia interessante, una volta delineato il profilo di rischio e l’orizzonte del risparmiatore, è rappresentata dalla costruzione dell’asset allocation in tutte le sue componenti più volatili con ingressi a tranches, per limare gli alti e bassi dei mercati finanziari.

L’importanza dell’educazione finanziaria e della pianificazione


Affidarsi a un servizio di consulenza finanziaria indipendente è fondamentale quando si decide di investire il proprio patrimonio, soprattutto nel caso in cui i mercati siano caratterizzati da particolare incertezza, come quando imperversa l’inflazione.

Investitore Strategico, per esempio, nasce dalla collaborazione di consulenti finanziari indipendenti e analisti finanziari, un perfetto mix di competenze per fornire ai risparmiatori un servizio dagli standard elevati.

L’offerta del portale si articola sui due filoni principali, ovvero la consulenza MiFID compliant e la consulenza generica: gli utenti, a seconda delle proprie esigenze, possono fruire di portafogli modello strutturati su vari gradi di rischio, report settimanali sull’andamento dei mercati e webinar mensili di approfondimento, analisi delle piattaforme con cui disporre l’operatività e tanto altro ancora.

Naturalmente le prestazioni sono erogate, anche da remoto, nella più totale trasparenza, come accade in tutti i servizi di informazione finanziaria indipendente. La parcella è chiara – nessun costo implicito – e messa in evidenza al momento della sottoscrizione del contratto di consulenza.

Ma l’offerta di Investitore Strategico può vantare anche molteplici risorse, messe liberamente a disposizione degli utenti: in particolare merita una citazione l’area riguardante l’educazione finanziaria che ha l’obiettivo di fornire al risparmiatore un set minimo di conoscenze, prima di iniziare ad investire con consapevolezza, attuando una corretta pianificazione.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24