MERCATO NERO DELLE CARNI: BLITZ DELLA FORESTALE NEGLI ALLEVAMENTI IN ABRUZZO E UMBRIA


Avezzano. Perquisizioni a tappeto in diversi allevamenti di Umbria, Lazio , Molise ed Abruzzo da parte degli agenti del Corpo Forestale dello Stato, in collaborazione con gli uomini del Parco Nazionale d’Abruzzo e Molise.
L’ipotesi di reato sembrerebbe essere quella di macellazione abusiva delle carni e delle connesse adulterazione di sostanze alimentari e diffusione di malattie, nonché di falso e occultamento di atti.
Attraverso appostamenti, controlli e verificazioni, gli Agenti sono potuti risalire ad una serie di anomalie riscontrate negli allevamenti nei periodi di pascolo in montagna che procedevano, di pari passo, con quelle emerse all’interno del mercato delle carni.
Gli allevatori indagati avrebbero, infatti, dichiarato il finto smarrimenrto dei capi di bestiame per poi destinarli alla macellazione abusiva e alla commercializzazione delle carni all’interno del mercato nero.
Le operazioni, svoltesi anche nei territori di Foligno (Perugia) e Isola Liri (Frosinone), sono ancora in corso.

Claudia D’Orefice

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24