Meteo Abruzzo: tesi e freddi venti da nord-est. Da metà settimana nevicate fino a bassa quota.


Meteo. Nel corso della giornata di lunedì, l’affluire d’aria molto fredda e secca di origine artica attraverso tese correnti nord-orientali farà aumentare la sensazione di freddo percepita dal nostro corpo (Wind Chill), inoltre farà sì che il cielo risulti sereno e ci siano ampie schiarite, seppur qualche nube possa tornare a transitare. Le montagne appenniniche saranno tutte imbiancate dalla neve e, qualche spolverata, avrà lasciato il suo bianco velo anche sulle località poste a quote basse. I venti freddi da nord-est o di Grecale soffieranno a tratti anche tesi e, entro la giornata di martedì, quando cesseranno, ci saranno ancora brinate, proprio come nella notte tra lunedì e martedì quando ci saranno le prime gelate significative sul nostro entroterra appenninico. Nella giornata di mercoledì, il Maestrale e il Libeccio faranno sì che ci sia un temporaneo aumento della colonnina di mercurio, soltanto nei valori massimi. Le temperature minime e successivamente anche le massime si abbasseranno repentinamente mercoledì e giovedì, quando oltre a nubi nembostrati associate a rovesci di pioggia e a cumulonembi con piogge anche temporalesche, un vortice depressionario sceso lungo i bordi orientali di un blocco anticiclonico determinato dall’Anticiclone delle Azzorre che si spingerà fino al Nord Atlantico e sul Circolo Polare Artico, richiamerà una massa d’aria molto fredda o gelida fino all’Europa centro-occidentale e successivamente sul Mediterraneo. L’aumento delle correnti di freddo Maestrale e successivamente di gelido Grecale saranno l’indice dell’ingresso di una massa d’aria di origine artica che determinerà la prima irruzione d’aria fredda sino al cuore del Mediterraneo. In questo modo, tra mercoledì e giovedì e in particolare modo verso il fine settimana, ci sarà una fase di stampo invernale e nevicherà anche sulla nostra regione Abruzzo, ove la pioggia muterà in neve fino a quote molto basse e avremo valori minimi al di sotto dello zero e, seppur a stento, anche le massime sulle zone interne non supereranno lo zero, determinando un’ondata di freddo, la prima di questo inizio Inverno meteorologico (1 Dicembre), la quale potrebbe far nevicare fino in pianura al Nord.

Grazie per la cortese attenzione.

Riccardo Cicchetti

 

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24