Meteo. Arriva un ipotetico Ottobre 2019 foriero di piogge, un po’ di neve in alta montagna e qualche soleggiata ottobrata


Meteo. L’indice tele-connettivo NAO, oscillerà tra il negativo e il positivo, dunque non sarà assolutamente su valori neutri, favorendo tutti i presupposti per un mese di Ottobre, maggiormente mite e soleggiato (con qualche nebbia mattutina nelle valli/pianure), mediante le estensioni anticicloniche e, a tratti, molto piovoso e variabile. Tale indice, infatti, si divincolerà dai valori positivi, andando a confermare, il passaggio di altalenanti perturbazioni dal Nord Atlantico con anche delle incursioni fredde di origine polare/artico-marittima verso l’Europa e il Mediterraneo. Dunque, entreremo nel pieno di una stagione autunnale che rispetterà le sue caratteristiche, facendoci avvertire gli sbalzi termici tipici di una stagione di transizione che ci condurrà nel periodo invernale. La NAO negativa indicherà la vulnerabilità dell’Anticiclone delle Azzorre che, consequenzialmente, faticherà ad estendersi sul Mediterraneo. La depressione d’Islanda o il Vortice d’Islanda, sarà piuttosto intensa, per via di un anticiclone scandinavo che la sposterà verso le nostre medie latitudini. Il flusso umido e freddo nord-atlantico sarà dunque attivo e, a fasi alterne, in accordo con l’estensione dell’Anticiclone delle Azzorre verso nord o lungo il meridiano di Greenwich, come potrebbe accadere ad inizio mese, permetterà l’arrivo di una massa d’aria moderatamente fredda sull’Europa centro-orientale e sul nostro stivale, sia ad inizio mese che nel corso del mese di Ottobre. Non ci saranno solo brevi nevicate a quote di alta montagna su Alpi e Appennino, ma anche piogge sparse alternate a schiarite sulla penisola, anche temporalesche e accompagnate da rovesci di grandine. Correnti d’aria molto fresca si alterneranno a periodi più miti e soleggiati dovuti al rinforzo dell’Anticiclone delle Azzorre che, tra una fase piovosa e variabile e l’altra, si innescheranno a causa della NAO lievemente positiva verso la seconda decade del mese, poi, dopo tali miti ottobrate, caratterizzate anche dalle nebbie nelle pianure e nelle vallate, tornerebbero, in alternanza con queste ultime, nubi e piogge.

Grazie.

rc

Commenti Facebook

About Riccardo Cicchetti

Riccardo Cicchetti
Riccardo Cicchetti, è nato ad Avezzano il 24/06/1994 e si appassiona di giornalismo e di meteorologia. Dopo essersi diplomato, ha iniziato il suo percorso universitario all'Università di L'Aquila che vorrebbe terminare con il corso in Fisica dell'atmosfera e Meteorologia. A partire dal maggio 2016 inizia la sua collaborazione con il quotidiano online Ilfaro24 come giornalista meteorologico principiante e presentatore meteo.