Meteo. L’alta pressione dal Nord Africa continuerà a farci assaporare il Sole primaverile. A Marzo però si riaffermerà un’instabilità non insolita


Meteo. Differentemente da quanto accaduto la scorsa settimana un’area di alta pressione di matrice Subtropicale invaderà  l’Europa e il Mediterraneo, salvo ancora la nuvolosità bassa ed estesa nelle aree di pianura e vallive della mattinata e la possibilità di qualche nebbia in Pianura Padana. L’espansione sarà dovuta all’allontanamento della saccatura o bassa pressione da nord verso sud all’interno della quale vengono richiamate e affluiscono masse d’aria fredda di origine artico-continentale convogliate dall’area depressionaria che si è spostata verso i Balcani meridionali e l’Arabia Saudita dando luogo a nuvolosità e rovesci di neve. L’avvezione di vorticità negativa è dunque avvenuto per il passaggio da una saccatura ad un promontorio di alta pressione che, tramite la subsidenza atmosferica, favorirà temperature sia massime che minime in rialzo ancora più consistente e sopra la media stagionale. L’aria in un’alta pressione si comprime là dove ci sono i suoi massimi che si porranno proprio sull’Italia sulla quale fin verso l’Europa affluirà anche aria più mite dal Nord Africa tramite venti da sud-est. Successivamente le correnti d’aria molto mite di Libeccio e Scirocco coinvolgeranno tutto lo stivale e la mitezza si farà avvertire entro la settimana prossima come armonioso assaggio primaverile abbinato alle giornate soleggiate che si stanno concretizzando in questi ultimi giorni dopo la nuvolosità bassa che ha interessato a tratti l’Italia qualche giorno fa. Questa fase di bel tempo e temperature miti salvo le minime che rimarranno più basse (escursione termica) durerà fino a fine mese dopodiché ad inizio Marzo, giorno dell’inizio della Primavera meteorologica, potrebbe esserci una fase più fredda e perturbata. Ne torneremo a parlare nei prossimi giorni. Grazie e al prossimo aggiornamento meteo.

rc 

Commenti Facebook

About Riccardo Cicchetti

Riccardo Cicchetti
Riccardo Cicchetti è nato ad Avezzano il 24/06/1994 e si appassiona di giornalismo e di Meteorologia. Ha iniziato il suo percorso all’Università degli Studi dell’Aquila e si è laureato in Filosofia e Teoria dei Processi Comunicativi. A partire da Maggio 2016 ha avviato la sua collaborazione con il quotidiano online Ilfaro24 come giornalista meteorologico principiante e divulgatore scientifico.