Meteo. L’anticiclone perde di vigore durante le festività natalizie… Atteso un progressivo cambio di rotta


Meteo. Un’area di alta pressione ha teso i suoi spazi anticiclonici verso il territorio italico oltre a fare da scudo protettivo a gran parte dell’Europa centrale. Tuttavia l’Anticiclone delle Azzorre si ritirerà dopo aver consentito maggiore irraggiamento notturno grazie alla stagione invernale che avanza e si realizzerà a breve (21 Dicembre 2021 ore 16.59 (ora italiana) dal punto di vista astronomico: Solstizio d’Inverno). Tutto ciò determina il giorno più privo di luce dell’anno, il che vuol dire che rispetto alle ore di luce saranno maggiore le ore di buio. L’aria fredda che si genera per irraggiamento sui pendii delle montagne brulle e ombreggiate (anche se in misura minore perché il suolo ricco di vegetazione) scivola sotto forma di sacche d’aria verso i bassi strati ristagnando nei bassi strati e dando luogo ad punto di rugiada basso, dunque un basso livello di condensazione e sublimazione e la formazione di gocce di rugiada che tendono a brinare a cause delle temperature minime della notte e del primo mattino al di sotto dello zero. Tuttavia nel corso delle prossime ore il settore orientale della struttura di alta pressione inizierà ad essere scalfito dalle correnti d’aria fredda da nord-est che affluiranno molto rapidamente invadendo il comparto adriatico settentrionale, centrale e meridionale. L’aria fredda sarà ancora più duratura attraverso il Wind Chill, ossia la temperatura minima percepita dal nostro corpo durante il forte vento, dopodiché, al cessare del vento o in assenza di esso, ricominceranno le brinate notturne della notte e del primo mattino nel nostro entroterra montuoso. Ciononostante, il giorno della Vigilia di Natale, il flusso umido atlantico devierà verso il bacino del Mediterraneo e, sul letto delle correnti atlantiche, si estenderanno corpi nuvolosi che determineranno annuvolamenti composti da nuvole nembostrati. Anche la giornata di Natale sarà caratterizzata dalla nuvolosità variabile e dalla possibilità di brevi e isolate piogge che saranno molto più diffuse e moderate nella sera-notte. Sarà verso la fine del mese, successivamente al contesto variabile che valicherà il Natale alternando nubi, rovesci di pioggia, nevicate a quote di montagna e spiragli di Sole che le condizioni meteorologiche potrebbero fare intravedere un clima molto più rigido invernale a causa dell’allineamento della curvatura anticiclonica di matrice azzorriana lungo il meridiano di Greenwich, quest’ultima appartenente all’Anticiclone delle Azzorre.

Tantissimi auguri di Buon Natale e al prossimo aggiornamento meteo.

Riccardo Cicchetti

Commenti Facebook

About Riccardo Cicchetti

Riccardo Cicchetti è nato ad Avezzano il 24/06/1994 e si appassiona di giornalismo e di Meteorologia. Ha iniziato il suo percorso all’Università degli Studi dell’Aquila e si è laureato in Filosofia e Teoria dei Processi Comunicativi. A partire da Maggio 2016 ha avviato la sua collaborazione con il quotidiano online Ilfaro24 come giornalista meteorologico principiante e divulgatore scientifico.