Meteo. L’Estate non è agli sgoccioli con il Sole leone, ma si intravedono i primi segnali di fine stagione. Perturbazione fresca e instabile in arrivo


Meteo. Il nostro stivale dopo aver quasi assaggiato qualche piccola resa incanalata dalle correnti atlantiche sul settore tirrenico dello stivale sta vedendo, nelle ultime ore, il temporaneo rinforzo di un’area di alta pressione di matrice Subtropicale che si sta estendendo su tutto il bacino del Mediterraneo ponendo i suoi massimi di subsidenza atmosferica sull’Italia, la Spagna e le regioni nord-africane poste al di sopra del settore tropicale-continentale. Nel corso delle prossime ore e in particolare durante questa settimana, nuovi cedimenti saranno consenzienti nel fare completamente peggiorare le condizioni meteorologiche ove influirà il transito di un fronte freddo e instabile in discesa dal Nord Europa. Le masse d’aria calda sospinte in primis dal territorio sahariano, ossia dal Nord Africa, tenderanno a limitare il loro raggio d’azione, poiché da nord/nord-est correnti fresche e instabili valicheranno le Alpi dando luogo ad annuvolamenti, rovesci o temporali tra lunedì e martedì dal settore alpino e prealpino a gran parte del Nord Italia e della Pianura Padana facente parte. Nelle giornate di martedì e mercoledì di questa settimana appena descritta sulle regioni centrali si smorzeranno i segni del bel tempo, stabile e soleggiato di pochi giorni trascorsi e si inizieranno ad intravedere nubi cumuliformi svilupparsi repentinamente sui nostri cieli e radicarsi profondamente ad estensione alta verticale fino a generare cumuli calvus e congestus nonché cumulonembi non ancora allo stadio pienamente maturo, ma con qualche lampo e fulminazione interna diurna e serale, segno premonitore dei primi rovesci di pioggia temporaleschi isolati e sporadici. Le correnti d’aria fresca aumenteranno di voga divenendo molto tese e la giornata di mercoledì si trasformerà in una breve fase tipica del periodo estivo inoltrato e soprattutto conclusivo su tutto il Centro Italia e sui settori nord-orientali, specie adriatici, nonché in rapida estensione a quelli interni appenninici, subappenninici e localmente tirrenici. La goccia fredda che attraverserà tutto il Centro-Sud si presenterà foriera di piogge e temporali localmente accompagnati anche da raffiche di vento discensionali e da scrosci di pioggia e grandine con la possibilità di piogge successivamente diffuse nel pomeriggio-sera di mercoledì a prevalente carattere temporalesco e con anche accenni a tratti più frequenti di tuoni e fulminazioni ben visibili nube-nube e nube-terra. Prestare attenzione. Gli acquazzoni in transito lasceranno subito spazio al bel tempo entro giovedì e ad un momentaneo refrigerio o rinfrescata dovuto al rimescolamento nonché al rovesciamento della massa d’aria più fresca in quota verso i bassi strati, poiché la lacuna barica si sarà sospinta verso sud-est lambendo vivacemente anche le nostre regioni meridionali, in particolare Puglia, Calabria e Sicilia settentrionale traslando verso la Grecia nonostante un po’ di fresco ripristinato dall’insolazione sotto le sembianze percepibili come clima molto mite, sulle regioni settentrionali e centrali, salvo il settore adriatico, successivamente ed entro il fine settimana anche sulle regioni meridionali, sia giovedì che venerdì le condizioni meteorologiche risulteranno di bel tempo e caldo in moderato aumento nei valori massimi, nei giorni a venire anche nei valori minimi grazie al rinforzo del campo di alta pressione in quota di matrice subtropicale, anche se indebolito dalle manovre atmosferiche attinenti alla fine della stagione estiva. 

Grazie e al prossimo aggiornamento meteo.

rc

Commenti Facebook

About Riccardo Cicchetti

Riccardo Cicchetti è nato ad Avezzano il 24/06/1994 e si appassiona di giornalismo e di Meteorologia. Ha iniziato il suo percorso all’Università degli Studi dell’Aquila e si è laureato in Filosofia e Teoria dei Processi Comunicativi. A partire da Maggio 2016 ha avviato la sua collaborazione con il quotidiano online Ilfaro24 come giornalista meteorologico principiante e divulgatore scientifico.