Meteo. Mar Mediterraneo e bacini orientali più caldi della media. Probabili conseguenze sull’intensificazione dei fenomeni atmosferici


Meteo. L’Adriatico più caldo della norma: lo testimoniano anche gli episodi atmosferici estremi stagionali in particolare d’Autunno e in Inverno lungo il versante adriatico appenninico e sulla fascia costiera, nonché i temporali estivi localmente a carattere di nubifragio, spesso accompagnati da grandinate di sempre più grandi dimensioni. Di conseguenza maggiori sono le perturbazioni fresche atlantiche che giungono sul Mediterraneo avendone strada aperta o deviano tra i Balcani e l’Italia, fanno da contrasto termico dando origine a nubi, a piogge e temporali che, anche a causa delle acque superficiali del Mediterraneo e dei suoi bacini più calde della media (valori tropicali intorno ai 30 gradi centigradi), si caricano di umidità assieme ai venti caldi meridionali con i quali convergono, scatenando temporali localmente anche forti e a carattere di nubifragio, maggiore sviluppo di violenti Tornado nelle aree interessate o esposte a rischio. 

Fonte immagine grafica: Centro Epson Meteo

Commenti Facebook

About Riccardo Cicchetti

Riccardo Cicchetti
Riccardo Cicchetti è nato ad Avezzano il 24/06/1994 e si appassiona di giornalismo e di Meteorologia. Ha iniziato il suo percorso all’Università degli Studi dell’Aquila e si è laureato in Filosofia e Teoria dei Processi Comunicativi. A partire da Maggio 2016 ha avviato la sua collaborazione con il quotidiano online Ilfaro24 come giornalista meteorologico principiante e presentatore meteo.