Meteo. Perturbazioni fredde nord-europee in arrivo. Verso un miglioramento dopo metà settimana?


Meteo. Seppur l’Epifania e il giorno successivo abbia visto un lieve miglioramento delle condizioni meteorologiche, questo contesto si è affievolito e le nubi altostrati e nembostrati sono tornate ad aumentare. Nessuna traccia dunque di un miglioramento più deciso e dunque per ora non vi saranno rasserenamenti, quelli che nel caso di cuscino freddo che sia da avvezione che da irraggiamento danno luogo alle gelate. I bianchi fiocchi di neve continueranno ad imbiancare l’Appennino centro-meridionale e centrale di neve fino a bassa quota e in circostanze spiccatamente variabili. Ciononostante in alternanza con gli sprazzi di Sole nella giornata di venerdì, poiché l’area depressionaria rimarrà labile e indebolita sul bacino del Mediterraneo, sino a che non sarà sostituita da un’altra area instabile. Nel fine settimana una perturbazione più intensa atlantica correlata ad un profondo vortice di bassa pressione originatosi sul Mediterraneo attraverserà tutta la penisola dando luogo a piogge diffuse, a causa del divario termico ove vi sarà la corrente a getto anche a carattere di rovescio o temporale. Il maltempo si estenderà rapidamente a tutta la regione Abruzzo, ove le piogge saranno unite ad un forte richiamo mite di Libeccio e Scirocco. Tuttavia, entro la serata di sabato e a seguire domenica, le correnti d’aria fredda di origine artico-marittima dal Mar Baltico faranno abbassare lo zero termico dalle regioni settentrionali e centro-settentrionali fino a quote via via più basse. Tra lunedì e martedì, invece, nevicherà sotto forma di rovesci nevosi moderati o forti rapidamente anche sulle regioni centrali e meridionali, incluso l’intero Appennino abruzzese e il resto del comparto centro-meridionale. Un altro spiraglio di miglioramento sembra arrivare da metà settimana, tuttavia le dinamiche della circolazione atmosferica continueranno ad assumere connotati di tempo tipicamente invernali, del tutto attinenti al periodo dal punto di vista meteorologico. Data la distanza di tempo che ci separa da quest’ultima tendenza ne torneremo a parlare nel prossimo aggiornamento meteo.

Grazie.

rc

Commenti Facebook

About Riccardo Cicchetti

Riccardo Cicchetti
Riccardo Cicchetti è nato ad Avezzano il 24/06/1994 e si appassiona di giornalismo e di Meteorologia. Ha iniziato il suo percorso all’Università degli Studi dell’Aquila e si è laureato in Filosofia e Teoria dei Processi Comunicativi. A partire da Maggio 2016 ha avviato la sua collaborazione con il quotidiano online Ilfaro24 come giornalista meteorologico principiante e divulgatore scientifico.