Muore a 30 anni tra le braccia della madre a causa di un arresto cardiaco


Città Sant’Angelo. Ha accusato un malore ma i soccorsi sanitari non le hanno riscontrato anomalie, dopo un’ora è morta in casa tra le braccia della madre. Una 30enne estone, la quale lavorava come badante, ha perso la vita per un arresto cardiaco. All’arrivo dei soccorsi, allertati un’ora prima, i parametri sembravano normali ed invece poco dopo si è aggravata ed il suo cuore ha smesso di battere. Ora spetterà al giudice stabilire se c’è stato un errore nell’espletamento dei soccorsi, una leggerezza nelle valutazioni delle condizioni della ragazza o se il malore iniziale e la morte sono scollegati tra di loro. La giovane viveva con la madre ed era arrivata in Italia alla ricerca di un futuro migliore.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24