NAIADI: VERSO LA SOLUZIONE


Di Matteo “Con tutte le certificazioni da parte della Regione e i lavori completati, saremo pronti ad aprire entro metà settembre”

Secondo incontro negli uffici della Regione Abruzzo, questa volta a Pescara, dove la nuova gestione dell’impianto sportivo Le Naiadi, guidata dal direttore generale Nazzareno Di Matteo, ha chiesto espressamente la data di riapertura della struttura alla quale è inevitabilmente legato il rilascio, da parte del settore tecnico della Regione, delle certificazioni.

Alla riunione erano presenti l’assessore agli impianti sportivi, Guido Quintino Liris, l’assessore al turismo, Mauro Febbo e la dirigente, Eliana Marcantonio, che hanno rassicurato Di Matteo sulle risorse messe in bilancio che serviranno a coprire i costi dei lavori che sono attualmente in corso a Le Naiadi e sul fatto che, certificazioni in mano, l’intera struttura potrà riaprire le prime settimane di settembre.

“L’incontro è stato positivo – ha dichiarato il direttore generale – abbiamo avuto le garanzie che ci aspettavamo dalla Regione, senza le quali sarebbe impossibile offrire un servizio sicuro e costante nel tempo. L’impianto deve essere funzionante nel tempo e non ad intermittenza, come in passato  – continua – e, se per avere questa certezza è necessario aspettare settembre, allora lo faremo. Il blackout dovuto al maltempo dello scorso 10 luglio, ha ostacolato la realizzazione del primo passo del nostro crono programma e cioè la riapertura dell’olimpionica per i mesi estivi. Ripristinare l’intera struttura, attraverso un piano di migliorie che presenteremo pubblicamente, è interesse della gestione, non solo per gli utenti e per le società sportive che aspettano la riapertura, ma anche per i lavoratori, per cui rimane saldo il discorso fatto con il sindacato. Priorità, quindi, ai lavori e alle certificazioni, che sono le basi indispensabili per l’avvio delle attività e per la loro durata nel tempo”.

Occhi puntati al mese di settembre, quando, l’intero impianto verrà riconsegnato alla città con le sue piscine e anche con le palestre, per cui, la nuova gestione, fa sapere Di Matteo “si è aggiudicata le attrezzature messe all’asta dal curatore fallimentare, dopo il sequestro”.

In allegato la foto.

Grazie e buon lavoro!

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24