Nereto (TE). Inquinamento ambiente: chiusura di due aziende cinesi


La Guardia di Finanza in collaborazione con i militari della Capitaneria di Porto di Giulianova e i tecnici di Asl e Arta di Teramo ha posto i sigilli a due aziende nella zona artigianale di Nereto. Le aziende scaricavano i propri rifiuti nel fiume Vibrata senza autorizzazione alcuna.  Le lavorazioni riguardano il trattamento chimico di capi d’abbigliamento. I Titolari sono stati denunciati e i loro impianti sono stati sequestrati. Nel corso delle indagini sono stati trovati circa 20 lavoratori in nero.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24