Operaio morì sul cantiere, legale rappresentante condannato a 40 mesi di carcere


Antonio Criscuolo, napoletano di 48 anni, il 7 gennaio del 2015 morì dopo esser precipitato da un ponteggio messo in piedi per il restauro di una palazzina a Francavilla al Mare. Con l’accusa di cooperazione in omicidio colposo, il giudice ha condannato Anna Petrongolo, legale rappresentante della ditta affidataria dei lavori, a 3 anni, 4 mesi e 10 giorni di reclusione, e Nico Cascini, preposto al montaggio dei ponteggi, a 2 anni, 2 mesi e 10 giorni. Rinviati a giudizio il legale rappresentante della ditta esecutrice dei lavori e il coordinatore della sicurezza in fase di esecuzione dei lavori.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24