OSPEDALE DI POPOLI: TROPPA PROPAGANDA SENZA UN VERO RISVOLTO


Comunicato Stampa

Apprendiamo quanto verificato dalla visita del ministro grillino Luigi di Maio a L’Aquila, con la donazione di quattro ambulanze da parte dei suoi rappresentanti regionali.
Eppure, dato che si spinge tanto nel far conoscere il bene fatto, tanto vale che si guardi anche l’altra faccia della medaglia.
Il senatore Marsilio, esponente del gruppo FdI (centrodestra) su nostra richiesta presentò in data 6 novembre una modifica all’emendamento del decreto Genova, l’aggiunta era molto semplice: i comuni all’interno del cratere sismico devono poter contare su presidi ospedalieri (tra cui Popoli), l’inciso sarebbe stato inserito nell’art. 37 del D.L. Genova, questo venne bocciato sei giorni dopo dal governo gialloverde, di cui i grillini rappresentano una consistente fetta.
Gravissimo ancor di più se si pensa al Ministro della Salute, Giulia Grillo, non ci degna ancora di una risposta alla lettera – inviatale in estate, sulla condizione dell’Ospedale di Popoli.
Ancora una volta le aree interne sono in realtà prese in giro, dal momento che non ci sono proposte concrete in grado di cambiare la situazione di zone a rischio sismico e di sviluppo economico.
Ci aspettavamo potesse esserci l’accortezza di prendere in mano la delicata situazione da parte del nuovo governo, ma così sembra non essere e ciò non può che rattristarci da consiglieri comunali di una realtà che vive le difficoltà di tutto il contesto dell’entroterra.
Noi continueremo a lottare su questo argomento, ma è altrettanto giusto di fare chiarezza ai nostri cittadini, poiché le opportunità di cambiamento erano presenti, ma nessuno ha voluto davvero cambiare”.

I consiglieri comunali, Prima Popoli (cdx)
Mario Lattanzio
Vanessa Combattelli

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24