Ovindoli. Il Sindaco Angelosante risponde a Iacutone


“Voler far passare come un “imbarazzante inciampo” un mero errore di convocazione del consiglio comunale da Ordinario a Straordinario (di cui peraltro si è presa pubblicamente la responsabilità, il segretario Comunale) e attribuirsi la patente di grandi strateghi della politica e di custodi della legalità per questo fatto, denota che da parte dell’opposizione che ancora non si è digerita la sconfitta elettorale e ci si vuole consolare “con l’aglietto”. – Lo afferma in una nota il Sindaco Simone Angelosante – “In genere, quando si perde, bisognerebbe riflettere ed esaminare se per caso fra le cause per cui si è stati giudicati negativamente dall’elettorato ci sia pure un po’ di saccenza. Quanto al rispetto delle regole – continua Angelosante – ricordo che alcuni dei punti previsti nel consiglio in riferimento si volevano portare da parte dell’ ex Sindaco e dell’ex Vice-Sindaco, Marco Iacutone, in maniera irregolare in un consiglio comunale convocato a pochi giorni dalle elezioni quando i poteri del consiglio comunale stesso erano decaduti per legge, tale consiglio venne bloccato solo grazie alla segnalazione agli organi competenti (questo si molto grave oltre che imbarazzante). Pertanto consiglio vivamente a lor signori di riflettere bene prima di parlare di rispetto delle regole. Apprezzo invece la disponibilità a collaborare per risolvere i tanti problemi amministrativi che abbiamo ereditato. Per ultimo, sottolineo che al consiglio comunale “contestato” dall’opposizione, Marco Iacutone non si è nemmeno presentato.

 

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24