Pescara, al via l’adeguamento sismico degli asili nido


Nidi, sicurezza e liste d’attesa. Sì della Giunta al progetto Il nido – diritto dei bambini per adeguamento antisismico delle strutture e convenzione con i nidi privati

Cuzzi: “Un’azione prioritaria per la sicurezza degli edifici e la qualità del servizio”

 

 Sì della Giunta a lavori di adeguamento sismico per altre due strutture comunali e a un protocollo d’intesa tra il Comune e i nidi privati autorizzati, il progetto è “Il nido – Diritto dei bambini” per l’anno scolastico 2017/2018.

 

“Non cala l’attenzione di questa Amministrazione sulla sicurezza degli edifici comunali, a partire da quelli che ospitano i bambini, per cui siamo impegnati su più fronti, affinché assicurino anche la migliore vivibilità a chi li frequenta – così l’assessore alla Pubblica Istruzione Giacomo Cuzzi – Sul fronte sicurezza il Comune ha posto in essere tutte le iniziative possibili per l’adeguamento delle strutture di prima infanzia alla normativa vigente in tema di prevenzione sismica, presentando alla Regione due progetti per accedere alle risorse regionali dedicate per le strutture La Conchiglia di via Vespucci e La Mimosa di via Benedetto Croce. Sono già approvati i progetti definitivi, sono avviate le procedure di gara per l’affidamento dei lavori che saranno eseguiti al più presto per restituire a comunità e famiglie edifici più solidi e belli.

Sul fronte dei servizi, attraverso un dialogo intavolato proprio con le famiglie e con i soggetti privati titolari di nidi e anche visto che le strutture comunali citate saranno interessate da lavori, abbiamo promosso una convenzione con i gestori dei nidi privati, affinché si possa garantire alle famiglie in lista di attesa per i nidi comunali, l’accesso in quelli convenzionate e si limitino i disagi che derivano dagli adeguamenti e dalle liste.

Per avere l’adesione del maggior numero di strutture private cittadine abbiamo fatto un tavolo di lavoro illustrando intenzioni e progetto. Le strutture che hanno aderito al progetto “Il nido – Diritto dei bambini” in città sono 9: il Paese delle Meraviglie, Felicittà, Totem, l’Angolo di Felicità, Lullaby, Dadino, il Nido degli Angeli, l’Albero della Vita, il Nido d’oro. Si tratta di realtà con le quali da mesi dialoghiamo proprio per agevolare una collaborazione operativa che sia di sostegno a noi e agli utenti sul fronte liste di attesa.

Il progetto prevede che possano essere accolti nei nidi privati autorizzati 30 bambini (6 per la sezione piccoli, 12 sezione medi e 12 sezione grandi), con l’impegno del Comune ad erogare un contributo mensile il cui importo è determinato dalla differenza tra la quota stabilita per ogni bambino inserito (450 euro per tempo pieno e 400 per tempo parziale) e la retta di frequenza a carico delle famiglie determinata dall’Ufficio Nidi secondo i criteri contenuti nella delibera di Giunta n. 291 del 2007. La copertura complessiva è pari a 110.000 euro prevista negli stanziamenti di bilancio. Un passo importante in nome della sicurezza degli edifici e della certezza di diritti che vogliamo estendere il più possibile, attivando una sinergia con tutti i soggetti del territorio”.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24

Potrebbe interessarti:

Meteo. Il Meteorologo Andrea Giuliacci tiene un seminario presso l’Università di L’Aquila

Meteorologia. Importantissimo evento per Il Cetemps di L’Aquila (Centro per gli studi dei fenomeni atmosferici …