Pescara, Capogruppo Forza Italia Antonelli: strade tappezzate da affissioni abusive per le politiche del 2018


“Decine di strade di Pescara tappezzate dalle affissioni abusive per le elezioni politiche del 2018 per pubblicizzare l’evento dal titolo ‘L’Abruzzo al Governo con Luciano D’Alfonso’, con la firma autografa in calce, a partire da via Cavour e dalle aree antistanti la scuola media Mazzini a via Fonte Romana di fronte alla scuola media Carducci. È quanto ho formalmente denunciato con un esposto inviato al Comando della Polizia municipale, chiedendo, ovviamente, l’immediata copertura delle affissioni o la loro rimozione e soprattutto sollecitando l’attivazione di controlli serrati per costringere tutti i partiti a rispettare la legge, senza scorrettezze né irregolarità perché chi si candida a guidare il Paese dev’essere il primo a osservare un comportamento irreprensibile, e invece, il ricorso a mezzucci di basso livello, come in questo caso, sono degni di una campagna elettorale per un Consiglio condominiale al massimo”. Lo ha detto il Capogruppo di Forza Italia Marcello Antonelli ufficializzando quanto denunciato.

“Siamo alle solite – ha osservato il Capogruppo Antonelli -: si apre la campagna elettorale e alla velocità della luce spuntano le solite sterili affissioni abusive da parte di un candidato. A segnalarlo sono stati gli stessi cittadini, stanchi della politicuccia di bottega che pensa basti piazzare due manifesti in più per evocare suggestioni e strappare un voto. Non hanno ancora capito che la gente, mai come in queste elezioni, vuole sentire parlare di programmi, di obiettivi e di cosa intende proporre chi si candida per un posto in Parlamento, ovvero se intende realmente essere un’alternativa a quei governi che sono stati imposti sino a oggi, impedendo ai cittadini di votare, piombando l’Italia nel baratro. E invece c’è chi si preoccupa di pubblicizzare questo o quell’incontro sciogliendo di notte le briglie a squadre di attacchini composti addirittura da dipendenti comunali di elevato livello e inquadramento, parenti e segretari di partito i quali, in barba a qualunque norma, che pure conoscono, non si fanno scrupoli di ricorrere ad affissioni chiaramente abusive, visto che sino a oggi non ancora sono stati assegnati gli spazi elettorali ai partiti. Nella fattispecie, decine di strade cittadine sono state invase, nottetempo, dal manifesto che pubblicizza un incontro della prossima settimana dal titolo ‘L’Abruzzo al Governo con Luciano D’Alfonso’, seguita dalla firma autografa del Governatore. Dopo aver ricevuto la segnalazione dei cittadini, ho personalmente provveduto a verificare la circostanza e ho inoltrato un esposto formale alla Polizia municipale di Pescara”. ‘Trasmetto foto – si legge nell’esposto – relativa ad affissione di materiale elettorale sui cartelloni predisposti in via Cavour. Tale affissione, ed altre che mi sono state segnalate telefonicamente, riguardanti il medesimo manifesto su spazi non precisati, presumo siano abusive, non essendo stati ancora formalmente assegnati gli spazi a liste e candidati.  In attesa dei relativi provvedimenti e con riserva di segnalare tempestivamente altri casi di affissioni non autorizzate”. “Ovviamente – ha aggiunto il capogruppo Antonelli – il ricorso a espedienti fotografa la capacità dei candidati, rendendo più chiaro il quadro a quei cittadini che il prossimo 4 marzo andranno a votare. Nel frattempo se i manifesti abusivi non verranno rimossi subito, già domani, lunedì 5 febbraio presenterò un esposto formale alla Procura della Repubblica e soprattutto da questo momento, e da non candidato, vigilerò in maniera serrata sul rispetto della legge inerente le affissioni, pronto a segnalare ulteriori abusi”.

 

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24