Pescara. Domani ore 11,30 Sala Giunta presentazione della prima edizione di “Notti al Museo”


Al via dal 16 al 21 maggio prossimi la prima edizione di “Notti al museo”, una settimana di eventi e di porte aperte alla città del Museo delle Genti, dal 16 al 21 maggio. Stamane la presentazione dell’evento con il sindaco Marco Alessandrini, l’ideatore delle iniziative Vincenzo D’Aquino, Roberto Marzetti, presidente della Fondazione Genti d’Abruzzo ed Ermanno De Pompeis, direttore del Museo.

“Sono felice di questa prima edizione della Notti al Museo che inaugura una nuova veste per il Museo delle Genti – dice il sindaco Marco Alessandrini – L’idea dell’Amministrazione è quella di animare la struttura e metterla a disposizione della città, della vita culturale, delle idee creative che sono benvenute soprattutto quando manifestano uno spirito imprenditoriale che serve a produrre cultura e che farà da orizzonte nei prossimi anni. Frequenterò di certo gli appuntamenti, belli e godibili e invito la città a fare altrettanto, scegliendo quello più rappresentativo”.

“Da quando l’Amministrazione ha deciso di affidare al nuovo Cda questo compito abbiamo iniziato un lavoro importante perché venga superata la logica del museo come luogo dove si conservano i beni – così il nuovo presidente Roberto Marzetti – Il museo è un luogo dove si organizzano eventi e si rilancia la cultura della città, dove accadono e si promuovono cose. Ecco, la logica che seguiremo per il futuro è questa. Ed è questa anche il filo rosso che lega tutte le iniziative che andremo a proporre, a partire dalla prima edizione di Notti al Museo, una serie di eventi di pregio che si concluderà con la visita a lume di candela affidata al direttore della struttura. Un programma che è anche l’avvio della svolta che dà il via alla nuova gestione del museo, esaltandone il ruolo culturale in una città come Pescara, da sempre considerata priva di storia ma dal sottosuolo che offre sempre sorprese a chi cerca e che ci dà contezza del contrario. Il nuovo Cda è fatto di gente che si impegna e condivide in un clima sereno e partecipe questa linea comune”.

“Si respira un clima molto positivo dentro il gruppo di lavoro – aggiunge il direttore artistico dell’evento e membro del nuovo Cda Vincenzo D’Aquino – Merito del presidente e del direttore che, malgrado le difficoltà ci sostengono con grande forza. Abbiamo cercato di fare due cose: aprire il museo, darne la dimensione di un posto vivo e produttivo di cultura ed eventi culturali. La seconda sfida era creare un programma sostenibile e grazie al contributo di tanti amici che hanno risposto a titolo gratuito e di tanti sponsor, il programma non va a gravare sulle casse del museo, anzi, è un’iniziativa che serve a sostenerlo e l’appello è dunque partecipare. Nei primi appuntamenti, fino a giovedì compreso, si chiede una semplice sottoscrizione che sosterrà il museo, mentre gli appuntamenti di sabato saranno con biglietto in modo da poter devolvere l’incasso alle attività della struttura. Si comincia lunedì con il cinema, Napolislam il film che parla del rapporto fra Napoli e islam di cui ha parlato anche Saviano; martedì musica e fotografia con Piero Delle Monache, Marco Paparella e Stefano Schirato, con un progetto sui naufragi e immagini dalla Grecia; mercoledì avremo un’intervista con Cristiano Godano, il leader dei Marlene Kuntz, appuntamento in sinergia con il Fla; giovedì la presentazione del libro Love, di Michelangelo Iossa sui Beatles; venerdì la visita notturna al Museo con intermezzo musicale e degustazioni affidate ad Ais e Scuola del Gusto e si chiude sabato 21 maggio, la Notte europea dei musei, che festeggiamo con una serie di percorsi enogastronomici all’interno delle sale del museo ripetendo la sinergia con Ais e Scuola del Gusto e concludendo con il “Conciorto”, ensemble di ortaggi messo in piedi da Gianluigi Carlone, co fondatore della Banda Osiris e l’autore Rai Biagio Biagini che faranno suonare gli ortaggi (vedere programma allegato)”.

“Come museo siamo contenti di poter contribuire a questa nuova, a cui stiamo collaborando con le attività in corso – afferma il direttore Ermanno De Pompeis – Siamo riusciti a fare aperture straordinarie serali, il giovedì dalle 18 alle 21, venerdì con atmosfera particolare e calice di vino e accoglienza conviviale, anche mettendo a sistema gli eventi, cosa che ci proporremo di fare anche a livello cittadino in una seconda fase. L’invito è a godere di tutto il pacchetto che offre il Museo delle Genti, venerdì in contemporanea c’è la giornata nazionale del vino e dell’olio e all’Auditorium ci sarà un convegno su questo, aperto a chi frequenterà il Museo la sera. Vogliamo utilizzare tutte le funzioni che la struttura ha verso la città e tutti i vari partner, anche enogastronomici che abbiamo al nostro attivo come la scuola del gusto che riunisce i Gal e collabora con la vetrina di vendita e progetti di integrazione e lavoro insieme”.

“Sono contento che anche Pescara si apra a questo tipo di iniziative – aggiunge Piero Delle Monache – È un piacere per me esibirmi al Museo delle Genti, anche perchè quest’anno ho già suonato al museo Macro di Roma ad esempio, e al Museo del Tessuto di Prato, credo molto negli spazi museali che diventano palcoscenico. Lo spettacolo – inedito – vedrà anche il fotoreporter Stefano Schirato e l’attore Marco Paparella come protagonisti”.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24