PESCARA. FESTA DELL’ALBERO, MESSO A DIMORA UN FRASSINO IN PIAZZA PRIMO MAGGIO


Oggi si celebra la Festa dell’Albero anche a Pescara. Il vicesindaco Antonio Blasioli, il colonnello dei carabinieri Forestali Giancarlo D’Amato e il responsabile del Servizio Verde Pubblico del Comune Mario Caudullo hanno dato appuntamento ad alcune classi della scuola primaria Luigi Illuminati di via Regina Elena nei giardinetti di Piazza Primo Maggio.

“Abbiamo messo a dimora un Frassino con la collaborazione delle classi 4^ A, 4^ B e 4^ C alle quali è stato spiegato sia il significato della Festa – illustra il vicesindaco Antonio Blasioli, assessore al Verde Pubblico – Si tratta di una ricorrenza fra le più antiche in ambito forestale e rappresenta la sintesi fra culto e rispetto, progresso civile, sociale, ecologico ed economico di un popolo. Fin dai tempi più antichi all’albero e ai boschi veniva attribuita grande importanza. I Romani, con le loro usanze e i loro culti percorsero l’odierna festa degli alberi che erano tutelati e conservati anche per motivi religiosi. In Italia la prima “Festa dell’albero” fu celebrata nel 1898. Nel 1923 fu emanata una legge forestale che ha istituito la Festa degli alberi, celebrata ogni anno con lo scopo di infondere nei giovani il rispetto e l’amore per la natura e per la difesa degli alberi. Nel 1951 si stabiliva che la “Festa degli alberi” si dovesse svolgere il 21 novembre di ogni anno e fino al 1979 si è svolta regolarmente, poi è stata delegata alle Regioni, che hanno provveduto localmente ad organizzare gli eventi celebrativi. E nel 2013 una legge ha stabilito che ogni Comune dovesse piantare un albero per ogni nuovo nato, perché la politica del verde pubblico fosse sostenibile e soprattutto venisse portata avanti. Pescara ha oltre 25.000 alberi e oggi abbiamo voluto rinnovare questa ricorrenza per portare avanti il valore delle sue finalità istitutive, che sono ancor più attuali di un secolo fa. Questa Festa insegna ai bambini l’importanza degli alberi come organismi vitali e li invita alla costruzione di una sana coscienza ecologica.

Ed è anche ciò che hanno cercato di infondere anche gli interventi del colonnello D’Amato e del nostro agronomo Mario Caudullo che hanno risposto alle tante domande dei ragazzi sul verde, sulla particolare piantumazione effettuata e su quelle che verranno e che interesseranno già dal mese di dicembre la nostra città.

Oggi simbolicamente abbiamo piantumato un albero, sabato ne abbiamo piantati 5 nel parco Pietro Pacca di via Colle di Mezzo e da domani ne metteremo altri al Parco dell’Infanzia e al parco di via del Santuario e non saranno piantumazioni isolate, anzi presto daremo notizia di altre in arrivo. Tutelare gli alberi, abbiamo spiegato ai cittadini di domani, significa non solo piantarli ma anche potarli allargarne la corona alla base quando facciamo i lavori di riqualificazione come stiamo facendo in via De Cecco e in via Monte di Campli. Prendersene cura, insomma, perché sono il più grande patrimonio che abbiamo”.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24