Pescara. Presentata edizione 2016 “Lo sport non va in vacanza”


Presenta l’edizione 2016 della manifestazione Lo Sport non va in vacanza, villaggio multidisciplinare per accogliere i ragazzi promosso dall’Amministrazione comunale in sinergia con il CONI che prenderà vita dal 13 giugno al 13 agosto. Lunedì 23 maggio sul sito del Comune verrà pubblicato il link per effettuare le iscrizioni. Oggi la presentazione delle novità da parte dell’assessore allo Sport Giuliano Diodati, l’assessore alle Pari Opportunità Sandra Santavenere, il presidente del Consiglio Comunale Antonio Blasioli, il rappresentante del CONI Emidio Santacroce, il presidente della Commissione Sport Adamo Scurti.

“Siamo arrivati alla 13esima edizione dello Sport non va in vacanza – annuncia l’assessore allo Sport Giuliano Diodati – a dispetto di quanti hanno anzitempo dato per perduta tale manifestazione, noi invece la riproponiamo, anche arricchita anche rispetto al passato. A differenza degli anni precedenti avremo una sede in più dove accogliere i bambini, il parco Villa de Riseis, dove potranno restare fino alle 17,30, quindi oltre le 13,30. Le sedi sono dunque divenute quattro: Stadio Adriatico Cornacchia (340 posti), il Centro Sportivo Zanni (140), il Centro Sportivo Rocco Febo ex Gesuiti (180 posti) e Villa De Riseis (100 allievi a settimana divisi in gruppi da 25), in quest’ultima location nei costi sono previsti oltre l’orario prolungato anche i pasti, dalla merenda al pranzo per un totale di 85 euro a settimana.
La spesa varia a seconda del reddito Isee: fino 16.040 si pagherà 40 euro per 2 mesi, fino a 20 si pagheranno 60 e oltre 23.000 si arriva a 100 euro, sono previsti sconti per il secondo figlio, nonché per le persone diversamente abili che verranno accolte allo Stadio. Essere riusciti a mantenere la manifestazione è un grande successo, il Comune interviene con un contributo di 15.000 euro, l’evento inizia il 13 di giugno fino al 12 di agosto e come tutti gli anni è fatto in collaborazione con il CONI che metterà a disposizione gli istruttori. Un istituto che nasce per coadiuvare le famiglie e arricchire l’estate dei bambini, l’invito è a partecipare numerosi”.

“Lo sport non va in vacanza è il fiore all’occhiello delle manifestazioni dedicate alle famiglie – aggiunge Emidio Santacroce del CONI di Pescara – Lo scorso anno hanno partecipato 750 ragazzi, quest’anno possiamo crescere ancora e in tal caso coinvolgeremo altre strutture. Il CONI metterà a disposizione 24 tecnici professionisti, specializzati in materia sportiva, cureremo la parte anche educativa e con le Federazioni sportive, invitate a propagandare anche i loro sport, cercheremo di animare il periodo con tante discipline: previo accordo con noi potranno venire sui campi e spiegare le discipline di cui si occupano, perché i ragazzi conoscano anche altri tipi di sport. E’ una manifestazione cresciuta e importante che offre da giugno ad agosto un periodo lungo di attività e l’occasione per fare sport sano e all’aria aperta”.

“Le iscrizioni si apriranno il 23 di maggio elettronicamente – chiarisce Antonio Blasioli – Da 13 anni il Comune porta avanti questa attività, non è un parcheggio estivo per figli, ma un servizio per seguirli nella crescita. Lo sport è portatore di valori sani e facendolo all’aria aperta consente di conoscere meglio spazi e strutture sportive della città. Grazie anche al Consiglio Comunale che ha consentito con un emendamento che anche questa nuova edizione potesse prendere vita”.

“Un’iniziativa che rafforza la conciliazione del tempo scuola, famiglia – aggiunge l’assessore alle Pari Oppotunità Sandra Santavenere – offrendo la possibilità di farlo in estate, con attività sportive ed educative tali da non trasformarlo in un baby parking. L’auspicio è che la crescita di quest’anno sia da viatico per le edizioni future”.
“Non si farà sono attività motoria mattina e pomeriggio, ma anche attività ludico ricreative – conclude Adamo Scurti, presidente della Commissione Consiliare Sport – L’iniziativa è ancora più aperta quest’anno, sia per le persone diversamente abili, che per le associazioni che vorranno fare promozione delle attività. Abbiamo lavorato molto perché il progetto venisse alla luce, abbiamo altre novità per l’anno prossimo a cui stiamo già lavorando”.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24