PESCARA: Squadra Volante arresta 2 sedicenni per furto aggravato  in abitazione     


Nel pomeriggio di ieri la Squadra Volante della Questura interveniva per segnalazione di furto in atto in un appartamento in via Gobetti: il proprietario di casa riceveva sul telefonino un fotogramma dalla webcam installata all’interno di casa con la foto di due ragazzine intente a rovistare nell’abitazione, dopo aver forzato la porta d’ingresso. I poliziotti giungevano sul posto ed acquisivano le foto, risultate decisive per il rintraccio immediato delle due minorenni, avvenuto presso la locale via Carducci. Perquisite ed identificate, le due ragazze, entrambe 16enni, pluripregiudicate residenti in un campo Rom di Roma, venivano trovate in possesso di una parte della refurtiva (24euro) e di molteplici arnesi da scasso (3 giraviti di 30, 20 e 18cm, chiave inglese di 25cm, forbici di 20cm ed una placca di plastica apri-porta). Venivano pertanto tratte in arresto in flagranza ed associate presso il C.P.A. di L’Aquila. (Si allegano foto arnesi da scasso e due fotogrammi tratti dal sistema di video sorveglianza installato nell’appartamento, ritraenti le due minori mentre s’introducono nell’appartamento, divulgate per finalità informative ed investigative, non potendosi escludere che le stesse abbiano commesso altri furti)

 

PESCARA: arrestato in nottata cittadino marocchino per spaccata di vetrina GEOX in corso Umberto, era altresì ricercato dovendo scontare 2 anni e 2 mesi di reclusione.

 

Nella trascorsa nottata, alle ore 3.00, la Volante interveniva per segnalazione di una “spaccata” in atto presso il negozio GEOX di Corso Umberto – traversa via Cairoli. Arrivati immediatamente sul posto i poliziotti sorprendevano il malvivente mentre, dopo aver sfondato la vetrina con un tombino, era intento ad allargare il foro con un bastone di legno allo scopo di introdursi all’interno del negozio. Alla vista dei poliziotti il soggetto scappava, ma veniva inseguito e bloccato all’angolo con Corso Vittorio Emanuele. Il soggetto, trovato anche in possesso di un grosso paio di forbici, veniva identificato per T.K., 34enne cittadino marocchino irregolare sul territorio nazionale.  Immediati accertamenti di polizia giudiziaria permettevano di appurare che lo stesso, pluripregiudicato, era ricercato essendo destinatario di un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Savona dovendo scontare 2 anni e 2 mesi di reclusione per rapina. Veniva altresì tratto in arresto in flagranza di reato per il tentato furto aggravato e porto ingiustificato di chiavi alterate e grimaldelli.

 

Nella giornata di ieri, la Polizia di Stato ha eseguito un ordine di esecuzione per espiazione di pena detentiva in regime di detenzione domiciliare, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale ordinario di Pescara – Ufficio esecuzioni penali –  nei confronti di T.M. classe ’49 pescarese; il predetto deve espiare la pena di mesi 7 di reclusione, in quanto  riconosciuto colpevole e condannato per il reato di Falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24

Potrebbe interessarti:

PESCARA – IL MUSEO DEI FOSSILI E DELLE AMBRE, UNICO NEL SUO GENERE

Il Museo dei Fossili e delle Ambre di San Valentino in Abruzzo Citeriore è stato …