Pescina e Collarmele raccolgono fondi pro-terremotati. Le parole dei sindaci


Continua la dimostrazione da parte della Marsica di avere un grande cuore che si trasforma in atti di pura solidarietà a sostegno delle vittime del sisma che ha colpito il reatino una settimana fa. Tantissime le manifestazione che hanno interessato numerosi Comuni della piana del Fucino e non solo, volte alla raccolta di beni di prima necessità, ma anche al mettere insieme somme di denaro da consegnare direttamente ai sindaci dei luoghi colpiti dal sisma.

Così ieri, sia a Pescina che a Collarmele, sono stati organizzati eventi proprio per raccogliere fondi in denaro, i quali hanno avuto un grande successo, deducibile dalle emozioni dei due rispettivi Primi cittadini, espresse attraverso facebook.pescina

Stefano Iulianella, sindaco di Pescina: “Una grande dimostrazione di cuore…930 euro offerte durante il concerto dedicato alle vittime del terremoto…che si aggiungono a quelle che quotidianamente ci lasciate nei due punti di raccolta!! Grazie alle musiche dei maestri Mario Di Legge e Francesco Mammola, al canto della Corale Octava Dies Pescina, alla Protezione civile comunale nella persona di Antonio Di Renzo che coordina le associazioni, i gruppi ed i singoli cittadini che con slancio di generosità ci aiutano in tutto ciò. E grazie a voi che avete donato col cuore, che avete riempito di calore una fresca sera d’estate, a voi che avete in silenzio ricordato, a voi che vi siete emozionati e a quanti nel prossimo futuro vorranno lasciare una piccola offerta”.

Tonino Mostacci, sindaco di Collarmele: “Grazie di cuore a tutti i collarmelesi per la sensibilità mostrata ieri durante le operazioni di raccolta fondi per i comuni colpiti dal terremoto. È stata data dimostrazione di come la nostra collettività sia generosa e solidale ed io sono estremamente onorato di rappresentarvi. Sono consapevole di quanto sia impegnativo per me rappresentare una comunità così sana e farò di tutto affinché questa nostra realtà sia da esempio anche per altri. Ringrazio la Pro Loco e le altre associazioni (AVIS – Centro Anziani – Hmd Italia – ASD Collarmele- MTB Collarmele- Coop Eolo ) che hanno aderito con entusiasmo a questa iniziativa per tutto quello che hanno fatto e che continueranno a fare in questi giorni per arrivare a raccogliere una somma di denaro importante che provvederemo a CONSEGNARE DIRETTAMENTE ad una delle amministrazioni comunali coinvolte in questi drammatici eventi. Grazie di cuore a tutti,è un successo di tutti e non di parte, è un successo di Collarmele. Orgogliosamente il sindaco della VOSTRA Collarmele”.

AGGIORNAMENTO

Anche San Benedetto dei Marsi si è speso in un gesto di grande umanità. Il sindaco Quirino D’Orazio si è recato personalmente ad Arquata del Tronto per consegnare i beni raccolti dalla sua comunità: “Grazie alle donazioni dei numerosi Cittadini ed alla collaborazione delle tante associazioni di San Benedetto dei Marsi tra cui: Misericordia, Alpini, Avis, Protezione Civile, ieri è stata effettuata la prima consegna di beni di prima necessità. Abbiamo raggiunto il comune di Arquata del Tronto, dove siamo stati accolti, benevolmente dal sindaco Aleandro Petrucci e dai suoi amministratori davanti la nuova sede comunale, un container. Abbiamo trovato una massiccia presenza di forze dell’ordine e di associazioni di volontariato ed una popolazione sconvolta e sommessa, raccolta attorno ad una tendopoli appena allestita. A loro abbiamo rivolto tutta la nostra solidarietà e dato massima disponibilità. Per loro continua la nostra raccolta fondi e di aiuti umanitari. Chiunque abbia voglia di contribuire, non esiti a contattarci, perché hanno veramente tanto bisogno di noi”.

quirino

Redazione ilfaro24.it

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24