PNRR, TRANSIZIONE ECOLOGICA O BOMBA ECOLOGICA? RIFLESSIONE SUL PNNR DEL CONSIGLIERE DI MINORANZA DEL COMUNE DI COLLELONGO, VALERIO NEGRI (F.I.)


Siamo giunti all’alba di una nuova era eppure rischiamo di dare il colpo di grazia ad un mondo già profondamente provato.

Quello che ci apprestiamo a vivere con l’arrivo dei fondi europei è di una corsa frenetica verso una innovazione tecnologica che inevitabilmente produrrà una valanga di materiali da smaltire.

Si è già in corsa con la sostituzione degli apparati televisivi con quelli di ultima generazione e gli incentivi spingono ad un rinnovamento che se non gestito rischia, come in passato, di generare cimiteri di rifiuti elettrici ed elettronici in ogni dove.

Stessa cosa dicasi con l’incentivo al 110% in edilizia, la grande mole di lavoro già avviato e quello che seguirà fino al 2023, termine ultimo per l’attuazione degli incentivi, andrà a creare una tale mole di scarti che potrebbero ulteriormente compromettere lo stato di salute dei nostri territori.

Nelle foto alcune situazioni incancrenite lungo il corso del torrente “Rosa” (zona Trasacco/Collelongo) che mostrano quanto l’uomo possa far male alla nostra splendida natura.
Si va dagli scarichi di materiale di terreno contaminato a scarti di RAE, una quantità importante di Eternit e una presenza cospicua di rifiuti domestici.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24