POLIZIA LOCALE, L’ASSESSORE IN QUOTA LEGA ASSENTE IN CONSIGLIO DURANTE LA DISCUSSIONE SUL TEMA


Pettinari “Inaccettabile Mancanza Di Rispetto Verso Gli Agenti. Dal Centro Destra Solo Slogan Sulla Sicurezza Ma Zero Fatti”

“E’ inaccettabile il disinteresse della Lega abruzzese sul destino della polizia locale. Mentre da un lato si riempiono la bocca con slogan sulla sicurezza, magari mentre indossano una bella maglietta con scritto “POLIZIA LOCALE”, l’Assessore competente è assente in Consiglio regionale nel momento in cui doveva essere discussa la mia interpellanza sul tema. Ancora una volta il centro destra in Abruzzo si dimostra la coalizione delle chiacchiere mentre i fatti sono tutt’altra cosa”. Il commento è del Vice Presidente del Consiglio regionale Domenico Pettinari (M5S) che oggi non ha potuto discutere in aula la sua interpellanza sulla Mancata attuazione delle disposizioni in materia di Polizia Locale, che fa riferimento alla Legge Regionale n. 42, del 20 novembre 2013.

“La L.R. n. 42/2013, che giace nei cassetti di Regione Abruzzo nonostante stia chiedendo l’attuazione a questa Giunta da mesi – spiega Pettinari – ha disciplinato l’esercizio delle funzioni di polizia amministrativa locale e ha definito gli indirizzi generali dell’organizzazione e dello svolgimento del servizio di polizia amministrativa locale dei Comuni, delle Provincie e delle loro forme associative. Con la legge – spiega nel dettaglio – sono state introdotte diverse disposizioni qualificanti in materia di polizia amministrativa locale, riferite all’Organizzazione e funzionamento, alla formazione e aggiornamento del personale, all’Osservatorio Regionale di Polizia locale e alle competenze della Regione. Temi quindi di importanza rilevante per sostenere i nostri agenti, come i criteri e le modalità di assegnazione delle risorse finanziarie; l’emanazione delle disposizioni attuative per l’organizzazione della Scuola regionale di polizia locale e delle attività formative da questa esercitate; l’organizzazione e il funzionamento dell’Osservatorio regionale di polizia locale e sicurezza urbana; l’adozione di misure finalizzate ad assicurare il raccordo tra le diverse azioni e i soggetti coinvolti nell’attuazione delle politiche integrate di sicurezza e tutela del territorio ecc. Ma a oggi, in mancanza delle disposizioni attuative alla L.R. n. 42/2013 e in assenza di una regolamentazione uniforme a livello regionale, gli Enti preposti si organizzano nella gestione dei propri corpi di polizia locale in totale e completa autonomia, con la pesante conseguenza di una generale confusione ed incertezza nella gestione e nella organizzazione della polizia locale sul territorio regionale. Per questo ho voluto portare il caso sui banchi della seduta odierna del Consiglio regionale, se l’Assessore Fioretti avesse dimostrato rispetto verso me e verso i nostri agenti abruzzesi avrebbe potuto spiegarci le motivazioni politiche per le quali, ad oggi, è tutto fermo e in particolare con quali modalità e con quali tempi l’attuale Giunta Regionale intende emanare le disposizioni previste dalla norma. Ma forse abbiamo chiesto troppo, forse basta mettere su una maglietta e gridare qualche slogan per fare politica. Almeno per fare politica come sembra intenderla la Lega in Abruzzo” conclude Pettinari.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24