PRIMA CATEGORIA A. IL VILLA S.SEBASTIANO PERDE 5 – 0 A VILLA S.ANGELO: ESPLODE LA RABBIA SUI SOCIAL


Una goleada simile non l’avrebbe preventivata nessuno. Senza nulla togliere alla formazione aquilana, il match in terra aquilana sarebbe stato fortemente condizionato dall’arbitro Antonello Pietrangeli della sezione di Sulmona. Infatti il direttore di gara ha estratto due cartellini rossi ai danni della formazione ospite costringendo così la squadra di mister Andrea Di Nicola a giocare in nove uomini per 70 minuti.

Di seguito il comunicato della società difuso a mezzo social network
“Chi ci conosce sa benissimo che non ci nascondiamo dietro un finto alibi e non siamo alla ricerca di scuse inesistenti, ma la domanda è questa: può un arbitro condizionare un risultato di una partita? Dentro di noi sappiamo benissimo che non siamo nessuno e quindi non crediamo di avere così tanta importanza da indurre qualcuno a trovare una motivazione per farci fuori.” Inizia così il comunicato della società del presidente Pieraldo Costantini che prosegue con un’invettiva diretta proprio al signor Pietrangeli “Ci chiediamo, caro sig. Pietrangeli, cosa le abbiamo fatto per avere questo trattamento? Non tutti possono giocare a calcio e non tutti sono in grado di poter arbitrare una partita. 70 minuti in 9, due pedine fondamentali espulse per motivazioni ancora non del tutto chiare o quantomeno discutibili. Zero motivazioni, segno che con alcuni arbitri non esiste un dialogo, non esiste una rapporto, solo arroganza e prepotenza. Danilo Aureli espulso al 40 pt <<perché al 5′ minuto doveva essere espulso>> e queste sono parole uscite fuori dal sig. Pietrangeli della sezione di Sulmona. Davanti a noi non c’è stato un arbitro, ma un muro che oggi ci ha trattato come una pezza da piedi! Una partita intera con un arbitraggio a senso unico: vedi il rigore non concesso su fallo da ultimo uomo su Di Girolamo sul risultato di 2-0 in un momento dove, in 9 contro 12, stavamo conducendo la partita, rigore ed espulsione che se segnato avrebbe portato il risultato sul 2-1 e avrebbe riaperto la partita ma l’arbitro non se l’è sentita e ha deciso di affondare il colpo condannando i rossoblù a subire la goleada dei padroni di casa. Oltre a questi, anche errori sull’ABC dell’arbitro, come il rientro in campo dopo un infortunio, la gestione dei cambi e la compilazione del referto arbitrale! Non ci nascondiamo, ci abbiamo messo del nostro anche noi, ma così non ci stiamo. Ci piacerebbe perdere e fare i complimenti all’avversario dignitosamente, ma oggi non abbiamo capito neanche di che pasta fosse fatto l’avversario perché l’arbitro non ce l’ha permesso!

Sante Occhiuzzi, centrocampista del Villa San Sebastiano

Adesso testa bassa voltiamo pagina e ci concentriamo sulla prossima partita con la speranza che alla prossima ci sia un arbitro competente e non uno che sta lì solo perché c’è carenza di arbitri e sopratutto aspettiamo che capisca i suoi errori prima di consegnare il referto alla Figc Abruzzo!”

Via social arriva anche la reazione di Sante Occhiuzzi, leader rossoblù che scrive “Vallo a spiegare ora che abbiamo preso 5 pere. Non chiedetelo a me, ma al sig. Pietrangeli di Sulmona. Ci ha fatto giocare 70 min. in nove!”

Vincenzo Chiarizia

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24