Prima Categoria gir. A. E’ bagarre sia in testa che in coda. Tornimparte – Pucetta il match clou, interessante anche il derby Villa San Sebastiano – Tagliacozzo


Ventottesima giornata di campionato. Quattro giornate al termine e domani il Pucetta si gioca gran parte del suo campionato. Infatti alle ore 16:00 a Scoppito ci sarà TornimpartePucetta. Tra le mura amiche la formazione aquilana è sempre stata una squadra ostica, perdendo solo una volta contro la New Team Pizzoli alla seconda giornata di campionato. Da quel momento in poi sette vittorie e cinque pareggi. I gialloblù si presenteranno a Scoppito forti della loro lunga serie positiva e da una condizione psicofisica eccellente. Quella di domani è la partita dell’anno. Forse i gialloblù possono puntare a due risultati su tre, ma se vogliono evitare di giocarsi la Promozione all’ultima giornata sul campo della New Team Pizzoli, domani a Scoppito scenderanno in campo sicuramente con la voglia di vincere come ha detto Sergio Idrofano, attaccante del Pucetta, ai nostri microfoni (clicca qui per ascoltare la sua intervista). Il Tornimparte di mister Pierpaolo Rotili è, tra gli addetti ai lavori, la squadra più ostica da affrontare, sia per la media bassa dell’età dei suoi giocatori, che per la velocità delle loro trame di gioco. Un risultato positivo potrebbe rilanciare il Tornimparte anche in ottica Promozione.

Le altre due squadre nella zona alta della classifica sono Real Carsoli e New Team Pizzoli che disputeranno le loro gare con un orecchio teso al comunale di Scoppito. Il Real avrà un impegno facile sulla carta, ma la trasferta di Barrea è complicata sotto molti punti di vista. Intanto la squadra rossoblù è una formazione che sta lottando per rimanere in Prima Categoria per cui le motivazioni per vincere non mancheranno. Inoltre per la squadra di Paolo Giordani, per raggiungere il Comunale di Barrea, ci vorranno circa due ore di viaggio per oltre 120 chilometri. Insomma è una trasferta insidiosa. Di certo però il Real Carsoli ha un solo risultato possibile: vincere sperando che il Pucetta non vinca a Tornimparte.

L’impegno più facile tra le squadre del quartetto di testa ce l’ha la New Team Pizzoli che attende il Venere di mister Andrea Di Nicola che ha praticamente già la salvezza in tasca. I pronostici sono tutti in favore dei rossoneri che hanno tra le proprie fila Emiljan Piri, capocannoniere del campionato con 21 gol fatti. I ragazzi di mister Luigi Durastante giocheranno al massimo in attesa di notizie confortanti da Tornimparte e Barrea.

Un po’ più staccata, ma con l’obiettivo di consolidare la propria posizione in ottica playoff, troviamo lo Sportland Celano che attende l’arrivo della Vallelonga. Inoltre allo Sportland converrebbe tifare Pucetta nel match contro il Tornimparte, così potrebbe puntare in queste ultime partite ad arrivare quarto. Comunque sia la partita non è né scontata, né banale. Varranno le motivazioni e quelle che saranno più forti, cioè il consolidamento della propria posizione o ottenere subito la salvezza diretta visto che la Vallelonga è solo a +2 dal Barrea, ma comunque deve evitare di essere risucchiata nella mischia playout.

Si preannuncia poi una bella partita quella che si disputerà al Barbati tra Pescina e Pizzoli. Le due formazioni, soprattutto il Pescina, sono ormai fuori da ogni discorso. Il Pizzoli potrebbe rientrare nella lotta playoff, ma dovrebbe vincere tutte le restanti quattro partite e sperare in un miracolo. Comunque sia entrambe le formazioni giocheranno senza ansie e quindi sarà un piacere vedere la coppia D’AgostinoAltobelli da un lato e le trame dei biancoazzurri di mister Roberto Prosia dall’altro.

Villa San SebastianoTagliacozzo è, assieme a quello tra le due compagini di Pizzoli, il derby più sentito del girone A di Prima Categoria. Una partita sentitissima soprattutto per il folto numero di ex che compone la squadra rossoblù a cominciare da mister Stefano Mazzei. I campionati delle due squadre sono totalmente diversi rispetto alle aspettative dell’estate scorsa. Infatti se per il Villa San Sebastiano l’obiettivo era quello di raggiungere i playoff, oggi, a quattro giornate dal termine, la squadra del presidente Pieraldo Costantini gravita al decimo posto a +4 dalla zona playout. Invece il Tagliacozzo che è stato ripescato e che puntava ad una salvezza tranquilla, si trova al settimo posto a 36 punti a +5 dal Villa. L’arrivo a questo derby e il rendimento ottenuto per le due formazioni è pressoché identico e in flessione, visto che i biancoverdi hanno raccolto solo 1 punto nelle ultime tre partite, mentre i rossoblù vengono da tre sconfitte consecutive.

Capitignano – Magliano è una sfida cruciale in ottica playout. La sconfitta di domenica scorsa in casa del Venere non ci voleva per i biancoviola che ora devono assolutamente vincere contro il Magliano, sperando che il Real batta Barrea, permettendo quindi di avvicinarsi alla squadra del presidente Antonio Scarnecchia. A Magliano si attendono ancora gli effetti della cura di Italo Mattei, quarto allenatore stagionale, che ancora non è riuscito a dare alla squadra una netta sterzata. Con una vittoria il Magliano aggancerebbe proprio il Capitignano.

Infine il San Pelino, fanalino di coda, attende l’arrivo del Cesaproba. I padroni di casa proveranno a giocarsi le ultime chances di centrare i playout, mentre il Cesaproba vuole approfittare dello scontro diretto tra Capitignano e Magliano per portarsi al tredicesimo posto in classifica.

Vincenzo Chiarizia

Fonte: MarsicaSportiva.it

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24