Prima Categoria, gir. A. Recuperi: Pucetta batte anche la New Team, Pescina vince il derby a Venere, Capitignano che cuore!


Nella giornata di oggi è stata recuperata la quindicesima giornata del campionato. Non tutte le partite però si sono disputate, infatti sono state nuovamente rinviate CesaprobaTornimparte e VallelongaReal Carsoli. Paolo Giordani non sarà certamente contento di questa situazione che potrà creare scompensi psicologici e fisici alla squadra, che potrebbero incidere sul resto del campionato. La capolista è tra le squadre che ha più partite da recuperare tra campionato e coppa (solo tre nel campionato).

A.S.D. Pucetta
A.S.D. Pucetta

Importantissima la vittoria del Pucetta che vince un altro scontro diretto dopo quello di domenica contro lo Sportland Celano. Questa volta a farne le spese sono gli aquilani della New Team Pizzoli ed il risultato finale è stato sempre di 1 a 0. La rete decisiva è stata messa a segno al 16’ grazie a bomber Sergio Idrofano. Con questa vittoria i gialloblu salgono momentaneamente al secondo posto a 35 punti, in arresa che la New Team Pizzoli, ferma a 31, recuperi le due partite che restano oltre chiaramente al match della diciassettesima giornata che devono recuperare tutte le squadre.

Lo Sportland Celano recupera una partita che si era messa malissimo. Dopo il ko di Scurcola contro il Pucetta, la formazione di mister Romolo Petrini era chiamata all’immediato riscatto. Invece accade che il Tagliacozzo con un primo tempo super e un inizio secondo tempo altrettanto buono, si porta sul 2 a 0 grazie alle reti di Tancredi al 9’ su rigore e al raddoppio di Sesay al 49’. Sembra buio pesto per i gialloblù di Petrini, invece con due reti al 57’, su rigore, e all’83’, raddrizzano la partita conquistando un punto insperato. Grigioverdi che salgono dunque al terzo posto con 33 punti, mentre il Tagliacozzo sale a quota 20 punti.

Con due reti nel secondo tempo firmate da Tommaso D’Agostino e Lorenzo Altobelli, il Pizzoli piega il Barrea e si porta a casa tre punti utili a tenere accesa la speranza playoff. Il Barrea invece resta fermo a 19 punti appena sopra la zona playout.

Asd Pescina Calcio 1950
Asd Pescina Calcio 1950

Partita importantissima è stata quella di Venere dove il Pescina ha vinto il derby in trasferta contro la squadra gialloverde. 2 a 1 il risultato finale con il Venere che sciupa un rigore sul risultato di 1 a 0, gol firmato da Zarini, che sarebbe valso il 2 a 0 e che avrebbe probabilmente messo la pietra tombale sulla partita. Invece Di Salvatore, con una doppietta, sigilla la vittoria in rimonta del Pescina. Andrea Di Nicola rilascia queste dichiarazioni nel post gara “Non posso rimproverare niente ai miei ragazzi.” Dice un orgoglioso mister Di Nicola che continua “Per chi era al campo oggi e ha visto la partita possano constatare che Venere ha avuto sempre il pallino del gioco sbagliando molte volte il raddoppio. Sull’1 a 0 a metà secondo tempo abbiamo sbagliato un calcio di rigore, ma purtroppo il calcio è fatto anche di fortuna e oggi la Dea bendata ha assistito Pescina che con due ripartenze ha vinto la partita. Mi dispiace perché sul piano del gioco non c’è stata partita. Ma conta purtroppo il risultato. Cercheremo di rifarci alla prossima.”

A Magliano risorge il Villa San Sebastiano di mister Stefano Mazzei. 3 a 1 il risultato finale che spinge i rossoblù lontano dallo spettro dei playout a 20 punti, mentre per mister Patané è il primo ko stagionale alla guida del Magliano dei Marsi. I blaugrana restano fermi così a 13 punti in piena zona playout.

A. S. D. Capitignano 1986
A. S. D. Capitignano 1986

Infine una nota speciale vogliamo spenderla per il Capitignano che espugnando San Pelino con il risultato di 1 a 0 grazie ad una rete di Mirko Gesualdi, sale a 8 punti scavalcando proprio i rossoverdi (che però hanno una partita in meno degli avversari) lasciando loro l’ultima posizione. Nulla contro la formazione di mister Peppe Cerone, ci mancherebbe, ma è solo perché la popolazione di Capitignano sta soffrendo non poco in questi giorni a causa dei disagi della neve, ma soprattutto a causa del terremoto del 18 gennaio scorso che ha fatto molti danni nel paese. E’ per questo che auguriamo alla gente di Capitignano un pronto ritorno alla normalità e di prendere esempio dalla propria squadra e di lottare sempre e comunque nonostante le mille difficoltà.

Leggi la notizia su MarsicaSportiva.it

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24