Primavera, idee per visite guidate in località italiane


La primavera è la stagione più attesa per la sua capacità di regalare nuove sensazioni legate spesso al concetto di rinascita. Con l’arrivo della primavera il freddo passa, le piante rifioriscono le foglie tornando verdi e l’essere umano si muove alla ricerca di nuovi stimoli. Questa nell’immaginario collettivo è l’essenza della stagione primaverile.
Che è un ottimo momento anche per dedicarci a visite ed escursioni soprattutto nel nostro paese, l’Italia, caratterizzata notoriamente da un clima piuttosto mite. Con la primavera si possono quindi organizzare uscite e visite guidate tanto nelle nostre città d’arte, meravigliose e note in tutto il mondo; quanto in luoghi alternativi. Vediamo quali sono siti particolari da visitare per un’escursione primaverile.

Partendo dal nord Italia potrebbe essere un’idea di sicuro successo quella di organizzare un’escursione sul lago di Como. Un luogo incantevole famosa, per essere la cittadina dei Promessi Sposi, che è circondato anche da tantissimi borghi. Tanti paesi suggestivi che si rincorrono sul lungolago  come Cernobbio e Bellagio. Da visitare poi l’isola Comacina, poco conosciuta dai turisti: un piccolo gioiello verde al centro del lago dove sono presenti insediamenti risalenti all’epoca romana. Per gli abitanti del luogo non a caso è la “Pompei Lariana”.

E la primavera è anche la stagione adatta per visitare la Toscana, girando tra le sue meravigliose valli in fiore unendo questi percorsi ad altri che portano sulle tracce dei tantissimi e meravigliosi borghi medievali. Una zona che è la culla della cultura italiana e che ha dato i natali a personaggi storici come Leonardo da Vinci. Proprio Vinci può essere una meta da visitare insieme a San Giminiano, la Val d’Orcia, Pienza, la valle del Chianti. Un’occasione di intraprendere un viaggio che sia soddisfacente tanto dal punto di vista culturale; quanto da quello enogastronomico.

Spostandosi verso il centro Italia, nei pressi di Roma, un’idea interessante può essere quella di effettuare una visita guidata a Tivoli. Si tratta di una località che ha un elevato tasso di siti di interesse culturale e archeologico se paragonato alle dimensioni circoscritte del territorio.
Tivoli, a pochi passi da Roma, è la città che il poeta Virgilio definì ‘Superbum’ nel VII libro dell’Eneide; è la città delle 3 ville, Villa d’Este, Villa Adriana e Villa Gregoriana: le prime due patrimonio mondiale dell’Unesco, la terza bene Fai, Fondo per l’Ambiente Italiano.
Una cittadina che nei secoli passati fu fonte di ispirazione per artisti e poeti e che, oggi, rappresenta un’idea originale per una visita a pochi passi da Roma. Un’altra escursione da effettuare magari in primavera.

 

 

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24

Potrebbe interessarti:

GENOVA – QUANDO I CONTI SI FANNO SEMPRE SOLO DOPO LA CATASTROFE

Il viadotto Polcevera dell’autostrada A10 attraversa l’omonimo torrente, a Genova, fra i quartieri di Sampierdarena e Corigliano.  Progettato …