Promozione, San Benedetto presenta la squadra. Le interviste ai protagonisti


In una sala consiliare gremita si è svolta ieri sera la presentazione della S.S. San Benedetto ASD, che si appresta ad affrontare il campionato di Promozione con rinnovato entusiasmo, dopo la straripante vittoria dei play off di Prima Categoria dello scorso anno. Abbiamo raggiunto i protagonisti della serata, tutti visibilmente impazienti in attesa della prima giornata che si disputerà domenica prossima.

Il Presidente della società, Beniamino Cerasani, ha detto: “Domenica ci aspetta un impegno difficile in casa di una che dicono essere fra le candidate alla vittoria finale, la Torrese. Tuttavia, noi andremo a giocarci ogni partita, attendere o difenderci non fa parte del nostro DNA, pertanto giocheremo sempre a viso aperto”.

Consapevole che l’obiettivo sia la salvezza, Cerasani mostra un atteggiamento molto propositivo: “Abbiamo chiesto al mister di cosa avesse bisogno, lui con umiltà ha solamente detto di voler lavorare con un gruppo giovane. Così abbiamo aggiunto ad una rosa già verde i vari Cordischi, Di Pippo, Di Giamberardino, Bison, Ippoliti ed altri, a cui si aggiungono i più esperti Mascigrande e Di Nicola”.

A detta di tutti, la squadra sta facendo un ottimo pre-campionato, come conferma l’amichevole giocata qualche giorno fa contro l’Avezzano Calcio, in cui nel primo tempo i giallorossi hanno ben figurato, salvo poi cedere nella ripresa, anche per la girandola di sostituzioni che caratterizza queste gare. Ieri i dirigenti sambenedettesi hanno ritirato il premio per la vittoria dello scorso anno, in occasione della presentazione dei calendari a Francavilla al Mare: “Mi ha fatto molto piacere ricevere tutti quei complimenti ed è stato bello rincontrare nelle vesti di dirigenti, persone contro cui ho giocato molti anni fa” ha detto Cerasani.

Il Sindaco di San Benedetto, Quirino D’Orazio, è molto soddisfatto del rinnovamento che ha caratterizzato la società: “Peccato per il maltempo, altrimenti la serata si sarebbe svolta all’interno dell’anfiteatro romano che abbiamo da poco rimesso a nuovo. Sono molto felice perché dopo alcuni momenti critici che abbiamo passato in estate, si è creata una società solida, unita e compatta che è riuscita ad avvicinare anche quelle persone che si erano allontanate dal calcio, inoltre vedo che c’è molta voglia di lavorare e di fare bene da parte di tutti, sono sicuro che San Benedetto farà grandi cose”.

Il Sindaco e l’Amministrazione hanno lavorato congiuntamente alla società per far si che tutto andasse per il verso giusto: “Dopo aver iscritto la squadra in Promozione, come Amministrazione ci siamo subito adoperati per rimettere a nuovo il “Manfredo Profeta”, che adesso è un tavolo da biliardo. Abbiamo installato un impianto di irrigazione sotterraneo gestito con centralina elettronica, dato che prima si andava con la pompa in mezzo al campo per bagnare il terreno di gioco; poi abbiamo rimesso a norma gli impianti elettrico e idrico, installato due caldaie per l’efficientamento energetico, messo in sicurezza le tribune del lato sud-est e ritinteggiato le mura con i bellissimi colori giallo e rosso”.

Sull’aspetto tecnico, D’Orazio ha detto: “Mister Di Genova ha detto che questa è la squadra più forte che abbia mai allenato, ciò fa ben sperare”. “Per noi comunque il calcio è importante – ha aggiunto – perché permette a tanti ragazzi di praticare sport ed unirsi nel sociale. Inoltre fare la Promozione è un bel palcoscenico, in quanto cercheremo di sfruttare le 15 gare casalinghe per far conoscere le nostre bellezze – come l’Anfiteatro Romano – alle persone che verranno a visitarci e cercheremo di dare attraverso quest’occasione una spinta in più alla nostra economia”.

Mister Berardino Di Genova si è pronunciato sui ritmi di lavoro dei suoi ragazzi e sulla mentalità da acquisire per affrontare questa nuova avventura: “Siamo pronti a dar battaglia sin da domenica. Stiamo lavorando molto cercando di crescere soprattutto da un punto di vista mentale e dell’intensità del lavoro quotidiano, perché i ritmi in Promozione saranno più alti e dobbiamo farci trovare pronti. Domenica affronteremo la Torrese – prosegue il mister – una squadra molto organizzata e candidata alla vittoria del campionato, sono curioso di vedere la risposta che i miei ragazzi sapranno dare”.

La chiave, sostiene il mister, è tenere sempre salde caratteristiche quali “umiltà, coraggio di proporre le nostre idee e organizzazione, per provare chiaramente a portare via un risultato positivo”. “Ringrazio ancora una volta – conclude Di Genova – il presidente Cerasani, Giuseppe Catalano, Alessandro Trinchini e tutta la società che mi è molto vicina. Cercheremo tutti insieme – squadra, società e tifosi – di raggiungere il nostro obiettivo, tutti uniti per difendere questa categoria che ci siamo guadagnati con impegno, sacrificio e sudore”.

Fonte MarsicaSportiva.it

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24