Quando andare dall’Avvocato: Il parere Legale di un Professionista ed il suo intervento è prezioso nel risolvere situazioni controverse


Ci sono situazioni nella vita in cui è obbligatorio contattare un avvocato. In altri casi invece il parere dell’avvocato può risultare particolarmente utile, nonostante in molti tendano a preferire non rivolgersi a questo professionista. Eppure offre una valida consulenza in diverse situazioni, per le quali avere il consiglio di un esperto è fondamentale.

L’avvocato civilista

Quando andare dall’avvocato
Il consiglio di un esperto

I casi in cui un civilista potrebbe essere particolarmente utile sono molteplici, tuttavia coloro che si rivolgono a questo tipo di professionista sono davvero pochi. L’avvocato civilista si occupa di questioni che riguardano tematiche non correlate a eventi penali, quindi avulse da eventuali denunce, multe o procedimenti che riguardano le vigenti leggi, per i quali il singolo soggetto è già stato contattato dall’autorità preposta. Al sito www.studiolegaleavvocatoepis.it/bergamo, ad esempio, è possibile contattare un avvocato civilista esperto in diritto famigliare, in controversie che hanno a che fare con il recupero crediti e la compravendita di immobili, con successioni, problemi di condominio, diritto amministrativo e consulenza per cartelle dell’agenzia delle entrate. In tutti questi casi l’avvocato civilista è in grado di dare un consiglio ragionato al proprio cliente, oltre che di istituire apposite cause, laddove se ne presentasse la necessità.

Quando l’avvocato è utile

Andare dall’avvocato per un consiglio
I consigli di un esperto

L’avvocato è un professionista esperto nel diritto, penale o civile a seconda dei casi. Può essere quindi utile contattarlo anche solo per un consiglio, in diverse occasioni della vita. Un avvocato civilista, come abbiamo già detto, può essere un esperto anche di problematiche che riguardano la vita in condominio o i rapporti tra vicini di casa; un avvocato penalista può dare un consiglio sulle modalità in cui sporre denuncia contro ignoti, o contro soggetti conosciuti, per cause di varia natura. Il consiglio di un avvocato è sempre utile quando si hanno delle incertezze per quanto riguarda le vigenti leggi, che in alcuni casi vanno interpretate nel modo corretto. Per questo tipo di attività l’onorario di un avvocato non è eccessivamente alto, conviene quindi sempre approfittarne.

L’assistenza legale per le cause ereditarie

Questioni successorie
Perché rivolgersi all’avvocato

Anche in una situazione delicata come il lutto, il consulto di un avvocato civilista può essere necessario. Non sono poche, infatti, le circostanze in cui, oltre la perdita della persona cara, si vanno a sovrapporre importanti questioni relative all’eredità, risulta quindi fondamentale sapere come procedere. Le successioni sono dei temi complessi, per cui per una corretta disamina sono necessarie specifiche competenze ed un professionista altamente qualificato.

Sono due le tipologie di successione previste dalla legge: la successione legittima e la successione testamentaria. La prima opera in assenza di testamento da parte del defunto, oppure nel caso in cui quest’ultimo lo abbia disposto solo per determinati beni. In questo caso l’eredità viene devoluta in base ai criteri stabiliti dalla legge, ovvero in favore ai parenti prossimi.

La successione testamentaria, invece, si applica in una situazione in cui la persona defunta abbia già stabilito un testamento. Tuttavia, anche qui la figura dell’avvocato è essenziale, in quanto affinché il testamento risulti valido bisogna osservare dei rigorosi requisiti di forma e il contenuto del testamento deve rispettare tutti i criteri indicati nella normativa.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24