RISOTTO ALLA BORRAGINE – PROFUMI DI NATURA


La Borragine è una pianta selvatica della famiglia delle Boraginacea e del genere Borago. La pianta è probabilmente originaria dell’Oriente, ed è diffusa in gran parte dell’Europa e nell’America centrale, dove cresce tuttora in forma spontanea fino ai 1000 m s.l.m.. Viene coltivata in tutte le regioni temperate del globo. Il nome deriva dal latino borra (tessuto di lana ruvida), per la peluria che ricopre le foglie. Altri lo fanno derivare dall’arabo abu araq (= padre del sudore), attraverso il latino medievale borrago, forse per le proprietà sudorifere della pianta. Per esaltare tutte le proprietà culinarie della borragine è da completare il suo gusto con un buon risotto. Gli ingredienti per quattro persone sono : 300 gr. di riso,600 gr di borragine selvatica,Mezzo bicchiere di vino bianco secco,Una cipolla,Uno spicchio di aglio,4 cucchiai di olio evo,Una noce di burro,Sale e pepe,Burro e parmigiano per completare.Pulire la borragine e lavarla diverse volte. Lessarla al dente in acqua leggermente salata,  scolarla, ma tenere l’acqua di cottura. In una padella far rosolare lo spicchio di aglio tritato in due cucchiai di olio, aggiungere la verdura tagliuzzata e fare insaporire 3-4 minuti. Salare poco e pepare. In un tegame rosolare la cipolla tritata con due cucchiai di olio e la nove di burro, versarvi il riso e farlo tostare. Bagnare con il vino e lasciare sfumare, a questo punto iniziare a bagnare un po’ per volta con l’acqua di cottura ben calda della borragine.
A metà cottura del riso unire la verdura tagliuzzata e portare a cottura. Aggiustare di sale e pepe. Alla fine amalgamare con abbondante parmigiano e un bel pezzetto di burro. Servire il risotto alla borragine selvatica dopo averlo fatto riposare 5 minuti.La borragine contiene una buona quantità di vitamine, in particolare vitamina C, e minerali, soprattutto potassio. Le proprietà terapeutiche che vengono riconosciute ai fiori di borragine, li rendono un noto e antico rimedio contro la tosse,specie quando è presente espettorato; gli vengono, inoltre, attribuite proprietà rilassanti e un leggero effetto depurativo e diuretico. Le foglie, oltre a essere considerate anch’esse un buon rimedio naturale contro i disturbi delle vie respiratorie, si utilizzano per combattere alcune patologie cutanee, tra cui eczema e brufoli. La borragine ha, infine, proprietà antipiretiche e sudorifiche. Dai semi della borragine viene ricavato un olio, che è un vero e proprio elisir di bellezza, oltre a un potente alleato contro i disturbi connessi al sistema ormonale femminile. All’olio di semi di borragine non vengono riconosciuti effetti tossici.

 

Commenti Facebook

About Ivan Cicchetti

Ivan Cicchetti
Nasce a Roma nel 1978, scrittore, poeta, novellista e librettista teatrale. Nel 2008 e nel 2009 è stato responsabile della sala stampa della mostra internazionale AQUILA ANTIQUA a L'Aquila. E' stato collaboratore di diverse testate giornalistiche abruzzesi. Da Settembre 2017 collabora come giornalista con la testata IL FARO 24 NEWS

Potrebbe interessarti:

I PIZZICUNI – UN PIATTO ANTICO DI COLLI DI MONTE BOVE

I Pizzicuni, il piatto povero della tradizione culinaria contadina della frazione di Carsoli, Colli di …