RITARDI NELLA PRESENTAZIONE DELLA RELAZIONE SUL BILANCIO DI PREVISIONE 2015: LA CORTE DEI CONTI CENSURA LA REGIONE ABRUZZO


L’Aquila – La Sezione di Controllo della Corte dei Conti, con la delibera n. 335 del 3 dicembre 2015, ha disposto di notificare, al Presidente della Regione, Luciano D’Alfonso e al Presidente del Consiglio Regionale, Giuseppe Di Pangrazio, al Presidente del Consiglio dei Ministri, Matteo Renzi e al Ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, la censura riguardante la Regione Abruzzo, per non aver inviato, nei termini stabiliti dalla legge, la Relazione di bilancio di previsione del 2015 e di non aver presentato in tempo il Documento di Programmazione Economica e Finanziaria.
Lo apprendiamo dalla sito nazionale della Corte dei Conti, Sezione Controllo.
Il ritardo è stato replicato anche quest’anno, in vista del bilancio di previsione del 2016.
Questa bocciatura segue il dispositivo della Sentenza del 17 luglio 2015 (Del. N. 191), nella quale la Corte dei Conti aveva constatato che la Regione Abruzzo era ferma alla rendicontazione del 2012 e che i bilanci 2013 e 2014 non erano stati oggetto di procedure di assestamento.
L’omissione riguarderebbe anche i chiarimenti che la Regione avrebbe dovuto fornire sulle mancate rendicontazioni.

Claudia D’Orefice

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24