Scuola di Colleranesco, bando per i lavori di messa in sicurezza


Scuola di Colleranesco. La Provincia, come Stazione Unica Appaltante, ha pubblicato il 25 luglio scorso il bando per i lavori di messa in sicurezza. In fase di ultimazione il progetto per gli interventi di adeguamento sismico sull’asilo nido “Le Coccinelle”.

Pubblicato dalla Provincia, come Stazione Unica Appaltante (SUA) per conto del Comune di Giulianova, il bando di gara per il miglioramento sismico della scuola di Colleranesco. La scandenza è stata fissata per le ore 12 del 22 agosto prossimo.
Il progetto definitico-esecutivo era stato approvato dalla Giunta lo scorso 21 giugno e la relativa determina a contrarre era stata inviata dagli uffici comunali alla Stazione Unica Appaltante della Provincia con la raccomandazione, rivolta appunto all’amministrazione provinciale che ha la competenza al riguardo, di contenere, ovviamente nei limiti di legge, i tempi per l’emanazione del bando.
Per l’edificio scolastico di Colleranesco sono contemplati interventi di tipo strutturale sul plesso, particolarmente sulle strutture portanti, in modo da innalzare la capacità di resistenza sismica dell’immobile portando il coefficiente a 0,80 dall’attuale 0,05, ragione per cui il sindaco ne aveva deciso la chiusura al fine di tutelare la sicurezza di studenti, docenti e personale amministrativo dopo aver ricevuto il 31 gennaio la relazione dall’Ufficio tecnico e tenuto conto della nota del precedente 25 gennaio con la quale la Commissione Grandi Rischi aveva sottolineato come la sequenza sismica non fosse in esaurimento.
Intanto il sindaco Francesco Mastromauro e l’assessore ai Lavori pubblici Gian Luigi Core annunciano che anche per l’asilo nido “Le Coccinelle” verranno effettuati interventi di adeguamento sismico.
“A seguito del contratto di concessione di finanziamento stipulato lo scorso 6 luglio con la Regione – dichiarano Mastromauro e Core – i nostri uffici hanno avviato le necessarie attività per la realizzazione degli interventi. Per cui entro fine mese, o al più agli inizi di agosto, alla Giunta verrà rimesso per l’esame, e quindi per l’approvazione, il relativo progetto. Con la delibera di approvazione da parte della Giunta si darà quindi avvio alle procedure di affidamento dei lavori tramite la  Stazione Unica Appaltante (SUA) della Provincia di Teramo che, ovviamente, dovrà emanare il relativo bando pubblico”.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24

Potrebbe interessarti:

PORTO TURISTICO DI ROSETO, LA REGIONE ABRUZZO SCENDE IN CAMPO PER LA VALORIZZAZIONE DELL’AREA

Un progetto dalla visione ampia, che fa parte di una strategia importante e si ricollega …