SCURCOLA MARSICANA: INCONTRO PRELIMINARE FRA BERARDINETTI E I COMUNI PER IL CONTRATTO DI FIUME.


Riunione importante quella che si è tenuta ieri, giovedì 12 novembre, presso la Sala consiliare del Comune di Scurcola Marsicana, tra il Presidente della Commissione Agricoltura, Lorenzo Berardinetti e gli amministratori dei Comuni di Carsoli, Magliano de’Marsi, Massa d’Albe, Oricola, Pereto, Rocca di Botte, Sante Marie, Scurcola Marsicana e Tagliacozzo.
Oggetto dell’incontro, il Contratto di Fiume, quale strumento volontario per addivenire ad una soluzione comune per la riqualificazione dei bacini fluviali, risorse importantissime per la Regione dal punto di vista economico e sociale.
Ma non solo: il Contratto di Fiume è anche un’intesa diretta alla prevenzione dei rischi idrogeologici per i territori attraversati dai corsi d’acqua e, proprio a tal riguardo, giova ricordare che l’Abruzzo detiene il primato di prima regione del Centro-Sud ad aver istituito un assessorato per i corsi fluviali ed un ufficio sui contratti di fiume.
Un appuntamento fondamentale, che ha permesso alle realtà locali di entrare in contatto per lavorare al meglio, soprattutto per la difesa dei territori, per l’innovazione e per definire nuovi impegni comuni su turismo ed economia.
Lo ha sottolineato il Presidente Berardinetti che ieri ha dichiarato: “Daremo presto concretezza a questo importante dispositivo di programmazione. Ho promosso questo incontro preliminare con gli amministratori locali al fine di avviare le procedure necessarie per l’adozione del Contratto di Fiume, attraverso l’individuazione di un Comune capofila e delle modalità di azione condivise con i sindaci interessati.
Il Contratto di Fiume è, infatti, un’enorme opportunità per il territorio; si tratta di un’infrastruttura materiale ed immateriale fondamentale per il governo del territorio. È un mezzo per la lotta al degrado ambientale e consentirà di trasformare i corsi d’acqua in un’opportunità di sviluppo turistico ed economico.
Doteremo, così, il nostro territorio di uno strumento di programmazione con il quale favoriremo l’acquisizione di risorse comunitarie, nazionali e regionali”.
Berardinetti ha poi evidenziato il ruolo primario degli amministratori locali, in particolare dei Comuni, i quali saranno gli attori principali dell’applicazione delle linee guida dei Contratti, aggiungendo: “Le piccole realtà possono ottenere risultati importanti concreti per le proprie comunità attraverso azioni sinergiche e condivise, adottando una visione territoriale complessiva e non localistica”.

Claudia D’Orefice

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24