Serie D: trasferta ad Ostia per l'Avezzano


Otto punti in quattro partite ed un equilibrio di gioco che sembra essere ritrovato. L’Avezzano Calcio si presenta allo Stadio “Anco Marzio” di Ostia con un bagaglio carico di speranze ed entusiasmo. Al cospetto dei biancoverdi, tuttavia, ci sarà la forte compagine dell’Ostiamare Lido che occupa la seconda posizione nel girone G di Serie D a quota 25 punti, a due lunghezze dalla capolista Rieti. Ostiamare e Avezzano tornano a sfidarsi in Serie D, ad Ostia, dopo i precedenti degli anni ’80. Ultimo match tra biancoviola e biancoverdi il 4 dicembre 1988, esattamente 28 anni fa, in cui l’Ostiamare la spuntò per 2 a 1 grazie alle reti di Virgilio e Staffa mentre per l’Avezzano andrò in rete Ciampoli.

Oltre alla forza dell’avversario, mister Pino Tortora dovrà fronteggiare, ancora una volta, il problema delle squalifiche. Ad Ostia, infatti, oltre a Lo Pinto e Di Genova fuori per ancora tre e due giornate (salvo ricorso), mancherà anche Davide Leto, elemento fondamentale per i marsicani vista la crescita riscontrata nelle ultime uscite nel nuovo ruolo di terzino sinistro. Contro i biancoviola di Alfonso Greco, Tortora dovrebbe scalare Di Paolo a sinistra della linea difensiva con il rilancio a centrocampo di Angelo Persia. In attacco i biancoverdi dovrebbero confermare il tridente visto domenica scorsa contro il Lanusei formato da Bittaye, Padovani con Serrago nelle vesti di falso nueve. Probabile panchina per i nuovi acquisti Marolda e Colombo, pronti a subentrare a partita in corso.

L’Ostiamare, dopo il brillante successo di Albano Laziale contro l’Albalonga, non vuole fermare la propria marcia verso la promozione in Lega Pro. I laziali, ancora imbattuti tra le mura amiche dell’ “Anco Marzio”, fanno dell’attacco il loro punto di forza con ben 25 gol realizzati in 13 partite. Meno incisiva la difesa con 14 reti subite. Pericolo numero uno per la retroguardia biancoverde sarà Michele Vano, bomber classe 1991 (quasi due metri di altezza) con all’attivo 6 gol. Altri attaccanti pericolosi rispondono al nome di Vittorio Attili e Andrea Magrassi (4 reti per entrambi).

Una sfida ostica per un Avezzano in forma e spinto dall’entusiasmo tornato tra i tifosi nell’ultimo mese. Il bottino esterno dei biancoverdi recita ben quattro pareggi oltre ad una sconfitta (contro la Nuorese) e di una sola vittoria ottenuta alla prima giornata a Sansepolcro.

Probabile formazione Avezzano

(4-3-3): Lewandovski, Di Paolo, Menna, Tabacco, M.Besana, Sassarini, Persia, D’Eramo, Bittaye, Padovani, Serrago.

Luca Pulsoni

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24