Simona Polla su Rai 1 con Eleonora Daniele contro la violenza sulle donne


E’ stata dedicata alla lotta contro la violenza sulle donne la puntata di Storie Vere andata in onda martedì 16 febbraio su Rai 1, come sempre alle ore 10 del mattino. Eleonora Daniele, conduttrice del programma, è stata affiancata in apertura da Elisa Ercoli, presidentessa dell’associazione “Differenza Donna”, e da Simona Polla, assistente sociale amante della danza, che ha indossato anche le vesti di coreografa per realizzare e coordinare la manifestazione a Roma del One Billion Rising.

Per rivedere l’intera puntata cliccare qui.

Il progetto ha visto, nel giorno di San Valentino, la realizzazione di un flash mob mondiale, in cui donne da ogni parte del pianeta si sono riunite all’aperto per ballare a ritmo di musica e scambiarsi sorrisi, al fine di condividere la contrarietà alla violenza sulle donne, ma soprattutto la consapevolezza che il gentil sesso è dotato di una forza unica.

A Roma sono stati i giardini di Piazza Vittorio Emanuele ad ospitare l’evento, una danza colorata che ha visto ballare donne di tutte le età, parallelamente a molte altre in tutto il mondo.

Anche il Tg3 si è occupato della manifestazione, mandando in onda un servizio , mentre ilcorriere.it ha riservato un’intera pagina all’evento.

Simona Polla, volenterosa ragazza di Aielli con la passione per la danza, svolge la professione di assistente sociale presso la casa di semiautonomia “Franca Viola”, gestita dall’associazione Differenza Donna Ong. L’associazione, nata nel 1989, dirige a Roma centri antiviolenza, sportelli di ascolto per donne vittime di violenza presso Asl e Municipi ed il Codice Rosa presso l’ospedale Umberto I. Collabora inoltre con numerose scuole sul territorio per la formazione e la sensibilizzazione sulla violenza maschile contro le donne.
Nella collaborazione col V municipio di Roma Capitale, rientra il progetto della casa di semiautonomia che ospita donne e bambini in uscita dai centri antiviolenza, dove Simona opera assieme al fondamentale supporto della referente della rete su territorio Giovanna Natali, la referente legale Rita Mone e due preziose operatrici Carmen Di Vito e Cristiana Amarisse.
Un progetto pensato e strutturato dalla giovane ragazza di Aielli è quello di garantire il benessere psico-fisico attraverso attività ludico-sportive per le donne e i bambini ospiti dei centri antiviolenza. A tale scopo, in collaborazione con un importante  ballerino, coreografo e cantante colombiano, Hammer Hurtado, nel 2014 è stato realizzato l’evento “Bailando contro la violenza”. Il progetto mira a garantire alle persone che non ne hanno le possibilità, di poter praticare sport con associazioni e società di vario genere.
<<Il prossimo 20 marzo presso il Salsedine di Fiumicino – ha dichiarato Simona a ilfaro24.it – realizzeremo uno special event zumba fitness, nell’ambito del progetto “Io dico No”, grazie a due istruttori di fama nazionale Vittoria Scordamaglia e Manuel Obregon>>.
Sul sito www.differenzadonna.org è possibile visitare l’associazione, reperire contatti e saperne di più su tutte le iniziative a sostegno della lotta contro la violenza sulle donne.
D.D.N.

 

 

 

 

 

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24