SULMONA. CGIL E UIL: “LA VERTENZA DELLA COOPERATIVA SATIC ARENATA NEI MEANDRI COMUNALI”


RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Quanto denunciato da anni dalle scriventi OO.SS. si è, purtroppo, manifestato per l’ennesima volta, infatti, la ormai nota vertenza delle lavoratrici e dei lavoratori della Cooperativa Sociale Satic – i quali svolgono diversi servizi per conto del Comune di Sulmona –  è tornata ad arenarsi nei meandri degli uffici Comunali.

            Il servizio Tributi, è stato garantito fino al 9 maggio u.s. da 5 lavoratori p.t. della predetta cooperativa e da tale data il servizio è stato interrotto, nel frattempo, ma solo in data 23/05/2019, è stata adottata una delibera di Giunta Comunale con la quale sono stati formulati specifici indirizzi, al Dirigente del 2° Settore Finanziario e Contabile, al fine di garantire il buon andamento dell’Ente, di non pregiudicare l’attività amministrativa e di evitare eventuali disservizi all’utenza, per:

acquisire il servizio di supporto all’Ufficio Tributi per la riscossione in forma diretta dei tributi maggiori e per le connesse attività di gestione delle banche dati mediante le procedure di gara del D. Lgs. 50/2016, per la durata necessaria all’espletamento della gara di cui alla D.C.C. n. 64/2018 e del processo di riorganizzazione della macchina amministrativa;

di ricorrere allo strumento di cui all’art. 5 della L. 381/1991, in conformità alle previsioni di legge ed alle soglie consentite, e di inserire negli atti di gara, ove consentito, specifica clausola sociale, come disciplinata dall’art. 50 del D. Lgs, 50/2016, per promuovere la stabilità occupazionale del personale impiegato;

di autorizzare, per quanto sopra, il medesimo Dirigente del Settore Finanziario e Contabile di procedere secondo i presenti indirizzi, dando atto che il Bilancio di Previsione 2019-2021 prevede adeguata copertura all’affidamento del servizio al capitolo 675 dell’adottando PEG, annualità 2019/2020;

nelle more della conclusione della procedura di cui trattasi, manifestare indirizzo a garantire il servizio di supporto amministrativo all’Ufficio Tributi per la riscossione ordinaria dei tributi maggiori e le connesse attività di gestione delle banche dati nei limiti e nel rispetto delle vigenti disposizione di legge;”.

            Ad oggi nulla è dato sapere in merito alle modalità con le quali l’amministrazione comunale  intenda adempiere ai sopra richiamati indirizzi, altresì non si è conoscenza dello stato dell’arte dell’indagine di mercato pubblicata in data 26/04/2019 e scaduta in data 11/05/2019 relativa a supporto amministrativo all’ufficio tributi.

            Per quanto concerne il servizio di assistenza informatica, si fa presente che lo stesso, essendo scaduto il precedente affidamento in data 31 maggio u.s., continua a non essere garantito con le evidenti criticità che tale situazione comporta. Anche in questo caso non si conosce lo stato dell’arte in merito all’indagine di mercato pubblicata 01/04/2019 e scaduta in data 15/04/2019.

            A ciò si aggiunga che a breve, ed in particolare in data 06/07/2019, scadrà anche il servizio di assistenza tecnica.

            Ci si trova, pertanto, di fronte all’ennesima interruzione di pubblico servizio.

            Sono ormai anni che le scriventi Organizzazioni Sindacali, chiedono garanzie in termini di prosecuzione  e continuità dei servizi e quindi di impiego lavorativo, ma, da parte del Comune di Sulmona, continuano a non arrivare mai risposte certe e precise, sia in termini di tempi che di procedure. Anzi, l’unica certezza è che si continua a brancolare nel buio, infatti sistematicamente  vengono affrontati i problemi solo dopo che i servizi sono stati interrotti, tentando di apportare soluzioni parziali e non risolutive.

            Sembra che infatti sia normale, in questa amministrazione Comunale, interrompere ciclicamente i servizi Pubblici.

            Quanto sopra si aggiunge alla ormai nota vicenda del Servizio Guardiania per il quale, sembrerebbe che in data odierna sia avvenuto un avvicendamento tra ditte.

            Le scriventi OO.SS., in dispregio delle corrette relazioni sindacali, non sono state minimamente informate. Quali sarebbero i lavoratori interessati? A quali condizioni verrebbero assunti? E per quanto tempo?

            Ormai si naviga a vista nonostante le richieste avanzate da tempo dalle scriventi e volte a scongiurare quanto oggi si è configurato.

            Va ricordato che le lavoratrici ed i lavoratori della Cooperativa – chi più chi meno, chi proveniente dagli ex lavoratori socialmente utili chi dalle mobilità – da circa 20 anni garantiscono il proprio servizio al Comune di Sulmona.

            Premesso ciò, le scriventi OO.SS. ribadiscono la necessità di trovare, nell’interesse collettivo, sia in termini di erogazione di servizio, sia di continuità lavorativa e di stabilità occupazionale, una immediata e definitiva soluzione a questa drammatica vertenza di lavoro che si aggiunge alla ancora più drammatica situazione che questo territorio è costretto a vivere da anni, attraverso un immediato affidamento, nel rispetto delle vigenti normative in tema di appalti pubblici, dei predetti servizi.

            In caso contrario le scriventi Organizzazioni Sindacali si dichiarano da subito pronte ad ogni forma di lotta, anche eclatante, a tutela dei servizi e dei lavoratori.

            Sulmona, 03.06.2019

                              FP CGIL                                                                   UIL FPL       

       Anthony Pasqualone                                                     Nicola Cieri   

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24