SULMONA. SEQUESTRATA STRUTTURA CANILE CODE FELICI, RINVENUTE CARCASSE DI CANI INTERRATE


9 carcasse di cani interrati, un odore nauseabondo che ha impedito di proseguire con gli scavi. E’ quanto, questa mattina si sono trovati davanti i carabinieri forestali di Sulmona, coordinati dal luogotenente Roberto Tirino scavando in un fosso all’interno del Canile Comunale di Noce Mattei. I forestali sono intervenuti a seguito di una querela presentata ad aprile scorso, ma fino ad oggi, a causa delle piogge non sono potuti intervenire. “Abbiamo iniziato gli scavi”, ha spiegato il luogotenente Roberto Tirino, comandante dei Carabinieri Forestali di Sulmona, “ dai quali sono emersi un ingente quantitativo di resti di cani. Oltre i carabinieri forestali sul posto anche uomini del servizio sanitario della USl. Fino ad ora abbiamo rinvenuto 9 carcasse, ma a causa del forte odore ci siamo dovuti fermare. In accordo con la Procura di Sulmona”, ha proseguito il luogotenente, “ abbiamo optato per non disseppellirli al momento, a nostro avviso lì ci sono moltissimi altri resti, non escludo che si possa trattare di altre 25-30 carcasse”. Tirino ha anche evidenziato come non è da sottovalutare il rischio igienico sanitario nella zona, per tale motivo la Procura della Repubblica ha sequestrato l’area, la struttura, di proprietà del comune è gestita dall’associazione Code Felici. Al momento la Procura della Repubblica di Sulmona sta procedendo per il reato di  smaltimento non autorizzato di rifiuti pericolosi, non si esclude però che a breve possano essere emessi anche provvedimenti di natura penale ancora più seri, una volta ovviamente stabilite le responsabilità dei soggetti interessati dalla vicenda.
Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24