TAGLIACOZZO, MONTELISCIANI: LA VERITÀ SULLA FESTA A VILLA BELLA


Tagliacozzo (Aq). Un post scritto da Vincenzo Montelisciani sta scatenando diverse reazioni a Tagliacozzo. Membro dell’opposizione in Comune, Montelisciani ha voluto rispondere ad alcune critiche che gli sono arrivate con il seguente comunicato:

 

Da più parti mi giungono voci che il Sindaco e qualche membro della maggioranza starebbero addebitando al sottoscritto e alle minoranze la responsabilità di aver fatto annullare l’evento LOFT, che avrebbe dovuto svolgersi sabato sera a Villa Bella.

Le chiacchiere sono sempre le stesse: che staremmo rosicando perché abbiamo perso le elezioni, che mettiamo i bastoni tra le ruote, che siamo cattivi. In questo caso si è pure aggiunto pure che non vogliamo far divertire i giovani. Insomma, per il Sindaco quando c’è qualcosa che non va è sempre colpa degli altri. Di solito è la nostra.

Adesso un passo indietro.

Il giorno 9 agosto siamo andati a visitare la mostra Contemporanea 2017, organizzata dall’associazione Prospettiva Futura e finanziata in larga parte dal Comune di Tagliacozzo. L’idea di recuperare lo spazio di Villa Bella ci è piaciuta; idea che fino ad allora non era mai stato possibile realizzare perché i locali di quello stabile non risultavano agibili e idonei a ospitare eventi del genere.

Allora, in data 11 agosto, tutti e quattro noi consiglieri di minoranza abbiamo chiesto al Sindaco e alla giunta -con un’interpellanza, cioè una semplice domanda (allegato 1)- quali misure avessero preso per rendere agibile la struttura e quali dispositivi di sicurezza avessero adottato per garantire l’incolumità dei visitatori e di chi stava prestando il proprio lavoro per il Comune.

A distanza di una settimana, ancora non avevamo ricevuto alcuna risposta.

E allora, in data 18 agosto, e dunque dopo UNA SETTIMANA dalla nostra richiesta, abbiamo deciso di rivolgere la domanda all’organismo competente, la ASL Abruzzo 1 di Avezzano, semplicemente protocollando l’interpellanza, già rivolta al Sindaco, anche ai loro uffici (allegato 2).

Il giorno 24 agosto, la ASL vuole fare un sopralluogo a Villa Bella, ma trova la struttura chiusa (anche se doveva restare aperta fino al 25). Allora i due funzionari della ASL si recano presso la sede comunale e chiedono un incontro con il Vice Sindaco Nanni, che viene accordato.

Stando a quello che scrivono i due funzionari della ASL (allegato 3), il Vice Sindaco Nanni “informa” i due funzionari “della chiusura della suddetta mostra in data 20/08/2017 e della assenza di programmi di utilizzo della struttura nell’immediato”.

Dunque, in data 24 agosto, il Vice Sindaco Nanni ha affermato che la mostra era chiusa e che, presso la struttura di Villa Bella, non c’era alcun evento programmato da lì a breve. Ma non era in programma già da 21 giorni l’evento LOFT previsto per il 2 settembre?! (Allegato 4)

Proseguendo nella lettura della nota ASL, i funzionari aggiungono che “il Vice Sindaco è stato edotto della necessità, qualora si intendesse utilizzarla a vario titolo nel prossimo futuro, che il Comune di Tagliacozzo doti la struttura dei necessari requisiti igienico sanitari e di sicurezza, della necessaria certificazione di conformità impiantistica (elettrica e termoidraulica) ai sensi del DM 37/08 e s.m.i. e dei requisiti urbanistici di agibilità e di destinazione d’uso (in particolare quest’ultima dovrà essere compatibile con la tipologia di utilizzo).”

Il Vice Sindaco Nanni, che ha anche le deleghe al Turismo e alla Cultura, non era a conoscenza dell’evento in programma per il 2 settembre presso la struttura di Villa Bella? Ha mentito ai due funzionari ASL?

Crediamo di no. Probabilmente la giunta aveva cambiato idea già prima. Che valutazioni ha fatto? Non lo sappiamo.
Fatto è che né il Sindaco, né il Vice Sindaco, né altro membro della giunta ha comunicato agli organizzatori né la decisione di non far svolgere l’evento, la cui organizzazione è andata avanti a pieno regime, e neppure i temi trattati nel colloquio con i funzionari ASL.

Si consideri che gli organizzatori avevano profuso e continuavano a spendere in quei giorni, oltre che risorse, anche grande impegno e professionalità per ottemperare, per quanto di propria competenza, alle prescrizioni di legge in materia di sicurezza.

Il giorno 30 agosto la ASL scrive al sottoscritto e agli altri colleghi Consiglieri di minoranza la nota di cui sopra (allegato 3); nota che il Sindaco, il Vice Sindaco e altri due membri della giunta leggono per conoscenza, ma il cui contenuto, ripeto, era loro noto dal 24 agosto.

Personalmente ho preso visione della nota ASL il giorno 31 agosto alle ore 17.30 e, appena è risultato possibile, ho contatto gli organizzatori, tra i quali il caso ha voluto ci fosse anche mia zia.

Gli organizzatori non erano a conoscenza della nota e quando sono stati informati dal sottoscritto hanno provato a contattare a loro volta il Sindaco. Il giorno dopo l’evento è stato annullato. In seguito abbiamo scoperto che la delibera non era mai stata fatta, e che dunque l’evento non era MAI stato formalmente autorizzato dal Comune.

Così sono andate le cose.

Nello svolgimento delle proprie funzioni e adempiendo ai propri doveri, il sottoscritto e gli altri consiglieri di minoranza hanno posto soltanto alcune domande, nell’interesse pubblico, utilizzando il semplice strumento dell’interpellanza al Sindaco, per una situazione che -peraltro- riguardava la mostra CONTEMPORANEA 2017.
Se questa è la nostra colpa, siamo colpevoli.

Siamo inoltre convinti che sia stato giusto e doveroso avvertire gli organizzatori di quanto contenuto nella nota ASL, visto che altrimenti sarebbero stati esposti a rischi gravissimi, sempre ammesso che la giunta avesse autorizzato in extremis l’evento. Anzi, lo rivendichiamo e ci meravigliamo di come il Sindaco non l’abbia fatto egli stesso già il 24 agosto, non foss’altro per salvaguardare l’investimento che alcuni imprenditori hanno scelto di sostenere nel nostro territorio.

Chiediamo che l’Amministrazione si preoccupi presto di rendere Villa Bella agibile, sicura e idonea a ospitare anche eventi di questo tipo e ci auguriamo che l’evento possa essere riallestito presto, perché a Tagliacozzo ci si può e ci si deve divertire.

Chiediamo che si ponga fine a questo clima di tensione e divisione che viene alimentato artatamente da falsità, bugie, mezze verità e pettegolezzi.

Chiediamo che il Sindaco e la giunta si assumano d’ora in avanti le proprie responsabilità per le scelte che fanno e per l’azione politico-amministrativa che portano avanti, senza scaricare sugli altri la colpa delle criticità da loro determinate.

Se qualcuno ritiene falso ciò che ho scritto, lo invito a sporgere querela presso le sedi competenti.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24