TERZA RASSEGNA FOLKLORISTICA CITTA’ DI MONTESILVANO: FINALE CON IL PREMIO ” DE TITTA” AL MAESTRO ONESTI


Si è concluso con il quarto ed ultimo appuntamento, in viale Europa, la III Rassegna Folkloristica Città di Montesilvano dal Comune di Montesilvano e dal Maestro Gianfranco Onesti, con la collaborazione di tutto lo staff direttivo e musicale del Coro Città di Montesilvano Madonna del Carmelo da lui diretto. La serata è iniziata in allegria con il gruppo dei suonatori di organetto, il classico du botte abruzzese, suonato con brio e maestria dai giovani e giovanissimi allievi della scuola di organetto del Gruppo CME FOLK Nuovi accordi di Giulianova del maestro Armando Ianni.

A esibirsi come primo il Coro “Aniello Polsi” Città di Vasto, Diretto da Marilena Lucci, accompagnati dalla Fisarmonica del maestro Diana Baboro. A seguire il Coro Città di Montesilvano Madonna del Carmelo Diretto da Gianfranco Onesti, alla fisarmonica Gianni Scannella, alla tastiera Filippo Piselli, si è scostato dalla sola canzone abruzzese con canti della tradizione napoletana e cubana. Durante l’esibizione un fuori programma con la premiazione del direttore Onesti con una targa commemorativa del Premio Cesare De Titta, giunto al settimo anno. È stato proprio il presentatore della rassegna musicale Carmine Di Donato, insieme al sindaco di Roccascalegna Domenico Giangiordano a premiare il musicista che ha accettato la gratificazione con grande commozione.

“Il premio Cesare De Titta – ha spiegato Carmine Di Donato – è stato da me organizzato come appassionato della tradizione abruzzese nella cultura folkloristica espressa in tanti modi nella musica e nella poesia. Sapevo nel 2012 di uno dei più grandi cantori d’Abruzzo, Cesare De Titta, a 150 anni dalla nascita e con il Comune di Roccascalegna, che ha patrocinato il Premio, ho organizzato già per sette anni l’annuale premiazione per un abruzzese che avesse saputo con il suo lavoro e le sue opere rappresentare la cultura locale e da una rosa di nomi scelgo quello che mi sembra più interessante. Cesare De Titta amava dire di sé che conosceva tre lingue: l’italiano, il dialetto ed il latino e anche il maestro Onesti ha rappresentato un tris perfetto come musicista, compositore e direttore del coro. Il maestro Onesti ha ampiamento meritato questo premio che ho avuto il piacere di assegnargli consegnandogli la targa insieme al sindaco di Roccascalegna che abbiamo avuto il piacere di avere con noi. Il Maestro Onesti in questi anni si è mosso molto ed ha ampiamente meritato la targa commemorativa della settimana edizione del Premio culturale ed artistico “Terra d’Oro Cesare de Titta”.

Dopo questo simpatico intermezzo, il poeta Emanuele Talone ha letto una sua composizione ed ha poi chiuso la serata il Coro “ACLI” Città di Chieti” diretto da Diana Baboro, accompagnati dai maestri Amelia e Alessandra Zappacosta alla tastiera e alla fisarmonica e dal maestro Surricchio al basso. Presente durante la manifestazione l’assessore comunale alle Manifestazioni Deborah Comardi e un folto pubblico che è rimasto ad ascoltare fino alla fine della rappresentazione, partecipando con allegria e simpatia.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24