Torna a Campo Felice nel prossimo week end la manifestazione che vede in pista i migliori atleti del Centro Italia per le categorie Cuccioli, Ragazzi, Allievi e Giovani


CAMPO FELICE – Sabato 30 e domenica 31 gennaio a Campo Felice (AQ) è in programma l’11° Orsello Cup Trofeo Fischer di sci alpino, manifestazione organizzata dallo sci club Orsello Magnola, in collaborazione con il CLS (Comitato Lazio & Sardegna), con il contributo di Fischer, LGS Informatica e Gabel, riservata alle categorie Cuccioli, Ragazzi, Allievi e Giovani maschile e femminile. L’edizione 2020 era stata rimandata in un primo momento a causa della mancanza di neve sugli impianti e poi annullata per il lockdown. Nei due giorni di gara si ritroveranno gran parte degli atleti protagonisti del Trofeo Appennino Centrale, e ci sarà l’esordio per i Cuccioli (anni 2010 e 2009), che fino a ora non hanno avuto confronti con il cronometro. Un test importante in chiave nazionale soprattutto per i più giovani quindi, ma anche per tutte le società che cercheranno di succedere nell’albo d’oro (escludendo l’edizione 2019 per Comitati che vide il successo di quello Campano) allo sci club organizzatore. «Manifestazione storica, avendo superato le dieci edizioni – afferma il DG dello SC Orsello Magnola Andrea Ruggeri – e che rappresenta un punto di riferimento non solo per il nostro comitato, ma per tutto il centro Italia. Quest’anno, a causa della pandemia, ci sarà un numero ridotto di categorie partecipanti, ma sempre di altissimo livello tecnico. Gigante di sabato e slalom di domenica per una due giorni sicuramente impegnativa per tutti gli atleti in competizione, in particolare per i cuccioli che sono all’esordio». Nella speranza che il calendario possa aprire qualche spiraglio anche per le categorie Baby: «Stiamo attendendo le decisioni del consiglio federale della FISI. Il presidente Roda ha dato la sua disponibilità a rivedere i limiti di partecipazione e i parametri di gennaio, anche per le categorie Baby. Però – conclude Ruggeri – sono tutte decisioni che sono alla verifica dei protocolli sanitari e di confronto con il governo. Speriamo di avere presto la notizia che anche i più piccoli potranno gareggiare».

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24