Trasporti: la Snav abbandona Pescara, mai più navi per la Croazia


I collegamenti verso la Croazia avranno vita per un altro anno ancora, poi lo stop.

Abruzzo. Trasporti abruzzesi in piena crisi. Dopo il ridimensionamento di Alitalia e Ryanair per le corse da e per l’Abruzzo, anche il trasporto marittimo accusa i colpi. La Snav, società che gestiva i collegamenti con la Croazia, opererà a Pescara per l’ultimo anno, dopodiché salperà dal porto abruzzese per non tornarci più. A meno che qualcosa cambi. L’amministratore delegato di Snav infatti, Raffaele Aiello, ha affermato in occasione della manifestazione «Sottocosta» che si svolge al porto turistico, ha rivelato che la decisione è stata presa perché le pessime condizioni dei fondali del porto potrebbero mettere a rischio le manovre di entrata e uscita dell’imbarcazione. “Questa sarà l’ultima estate dei viaggi in Croazia da Pescara” afferma Aiello, a meno che non cambi qualcosa nel frattempo, cioè non venga ripristinata una profondità sufficiente nello scalo marittimo.

Luciano D’Alfonso, governatore abruzzese presente anch’egli in sala, ha risposto con tranquillità che ci sono a disposizione 18,5 milioni per i lavori al porto. Quest’estate, i collegamenti con la Croazia prenderanno il via solo il 23 luglio e termineranno il 4 settembre, per 5 volte a settimana, solo verso Hvar e senza la possibilità di trasportare automobili, a differenza di quanto si faceva in passato. Insomma, un ridimensionamento è già in atto. Ci auguriamo solo che chi di dovere riesca ad operare per salvare lo scalo abruzzese.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24