UNITI CONTRO IL TERRORISMO: I SINDACI E I CITTADINI MARSICANI RISPONDONO CON DIGNITÀ E CORAGGIO PER DIRE “NO” AL TERRORISMO


Avezzano – Una risposta chiara e precisa quella che hanno manifestato oggi pomeriggio i sindaci, la società civile, le forze politiche e le istituzioni di Avezzano, scesi in campo con la fiaccolata delle 17.30 per dire no alla violenza e la terrore.
Con lo slogan “Uniti contro il terrorismo” i sindaci marsicani non si sono fatti trovare impreparati all’appello all’unità lanciato dalla Segreteria del Partito Democratico in seguito ai gravissimi fatti degli attentati di Parigi.
Molte le persone che si sono ritrovate nella singolare cornice della Piazza del Municipio di Avezzano, salutate dal Vescovo dei Marsi, Pietro Santoro che con la sua presenza e la sua partecipazione ha permesso a tutti i presenti di sentire maggiormente l’unità e la coesione delle nostre radici cristiane e culturali.
“Non si può uccidere in nome di Dio”, queste le parole del Vescovo, che ha dapprima ricordato tutte le vittime del terrorismo sparso nel mondo. Vittime che non sono numeri, ma volti, persone, nostri fratelli e sorelle a cui scelleratamente è stato tolto il diritto di vivere, come ha precisato il Vescovo, che ha prospettato a tutti la soluzione per reagire all’orrore: la pietà.
Nella Piazza, dove campeggiava l’immagine di John Lennon in ricordo della pace e della concordia di tutte le etnie e le confessioni religiose, si sono susseguiti gli interventi delle autorità presenti.
È stata data l’opportunità di ribadire il proprio dissenso anche ai rappresentanti della comunità islamica, per dire basta ad ogni forma di strumentalizzazione della vicenda.
“Questo non è Islam” hanno ripetuto i rappresentanti della comunità islamica, concordi nel ritenere il rispetto di tutti e delle diversità il principio base della convivenza serena e durature fra i popoli.
“Gli attacchi dell’Isis fanno parte della politica e nulla hanno a che vedere con l’Islam”, hanno poi proseguito, sottolineando la forte somiglianza fra Islam e Cristianesimo, vicine nell’insegnare ad amare il prossimo come se stessi, concludendo: “Noi vogliamo la Pace ed esser tra voi con i nostri figli”.
Stesso messaggio quello del Rappresentante della Chiesa Ortodossa, il quale ha specificato che non esiste Dio in grado di chiedere, in suo onore, fatti così terribili all’uomo.
Lungo le strade della città di Avezzano, con la sola illuminazione delle fiaccole accese in ricordo delle vittime di Parigi e di tutto il mondo, ha sfilato, poi, il corteo delle fasce tricolori dei tanti sindaci della provincia de L’Aquila, presenti assieme alle associazioni, ai cittadini, alle scuole che hanno risposto all’invito del sindaco Giovanni Di Pangrazio.
Il corteo ha percorso Viale Marconi per poi arrestarsi in Piazza Risorgimento, punto di arrivo della fiaccolata, che è stata una grande occasione per ritrovarsi uniti e vicini nella lotta contro ogni forma di violenza.

Fiaccolata Avezzano (1)Fiaccolata Avezzano (4)

Claudia D’Orefice

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24