Sondaggio elezioni regionali abruzzo 2019

URGE RIAPERTURA DEL CENTRO SPORTIVO SANTA BARBARA

L’AQUILA – L’associazione sportiva ATLANTIDE scuola sommozzatori vuole esprimere la propria posizione di fermezza circa l’attuale grave situazione che vede protagonista il complesso sportivo di Santa Barbara. Dopo due lunghi mesi di chiusura dell’intera struttura, lo stato delle cose è rimasto invariato.
Tralasciando le criticità dovute alla mancata retribuzione dei dipendenti, che di fatto sono senza stipendio dal mese di Agosto 2018, tralasciando il disagio arrecato ai circa 4000 utenti che abitualmente usufruivano del complesso sportivo e tralasciando le conseguenze tecniche legate al fermo degli impianti, vogliamo come associazione sportiva sottolineare le nostre difficoltà.
Tutti i disagi sopra elencati sono strettamente collegati alle attività dell’associazione ATLANTIDE scuola sommozzatori che oltre ad organizzare corsi per lo svolgimento della subacquea organizza anche corsi di nuoto propedeutici e di supporto a questo sport. Come è ovvio queste attività necessitano dell’utilizzo costante di una piscina ma purtroppo ad oggi, data la chiusura del complesso di Santa Barbara, ATLANTIDE scuola sommozzatori si trova nella totale impossibilità a svolgere tutte le sue attività in quanto, anche considerando l’ipotesi di utilizzare altri impianti presenti in città, ciò è reso impraticabile dalla loro saturazione conseguente proprio alla chiusura di “Verdeaqua”.
A questo punto non è più possibile procrastinare alcuna decisione, motivo per cui l’associazione ATLANTIDE scuola sommozzatori richiede con urgenza l’apertura di un tavolo tecnico da parte del Comune dell’Aquila volto a delineare le linee guida per la riapertura imminente del complesso sportivo di Santa Barbara.
Eventuali ritardi dovranno comunque garantire ad ATLANTIDE scuola sommozzatori la disponibilità per l’utilizzo sistematico degli impianti esistenti in città affinché possa riprendere i corsi per l’attività subacquea e di nuoto.
La riapertura del complesso sportivo di Santa Barbara deve essere una priorità dell’amministrazione comunale che deve garantire la ripresa delle attività e del lavoro dei dipendenti, per tale ragione appoggiamo e ci associamo alla mobilitazione che si terrà Lunedì 17 Dicembre dinanzi il complesso sportivo di Santa Barbara, condividendo sin da ora le varie necessità di chi come la nostra organizzazione ha un interesse a difendere il lavoro, i servizi ed i luoghi destinati a rendere maggiormente vivibile e fruibile la nostra città dopo il terremoto.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24